La nonna che intercettò i nazisti

Nella prefazione di un volume rilasciato dall'agenzia di intelligence e sicurezza nazionale del Regno Unito, Kate Middleton racconta la storia della sua antenata, che ebbe un ruolo molto delicato durante la seconda guerra mondiale.

nonna Kate MiddletonL’agenzia di intelligence e sicurezza nazionale del Regno Unito (GCHQ) sta per rilasciare il suo primo libro-puzzle che ‘sfida’ i lettori in una serie di complicati rompicapo. La prefazione del volume è stata curata da Kate Middleton che ha raccontato la storia di sua nonna, Valerie Glassborow, responsabile durante la seconda guerra mondiale di decifrare i codici di sicurezza nemici a Bletchley Park. Quest’ultimo è il principale centro di decriptaggio britannico ed è situato al Nord di Londra. 

«FIERA DI LEI»
Nel suo scritto, racconta il Daily Mail, la Duchessa di Cambridge si dice immensamente fiera della sua antenata, deceduta nel 2006: «Ha lavorato insieme ad altre migliaia di donne, tra cui sua sorella gemella Mary, per decifrare i codici. Durante la guerra ne parlava appena, ma oggi conosciamo bene l’importanza di tutti coloro che all’epoca aiutarono il Paese ad affrontare i problemi più complessi».

IL MATRIMONIO
Nel 1946 la Glassborow lasciò il servizio per sposare Peter Francis Middleton da cui ebbe quattro figli, Richard, Simon, Nicholas e Michael: quest’ultimo, il più anziano, è il padre di Kate, che rimase accanto alla moglie fino alla morte.

LA BENEFICENZA
Nella prefazione la duchessa ha anche espresso riconoscenza (da parte sua, del principe William e del principe Harry), per il sostegno che il libro dà all’iniziativa Heads Together Campaign, che lotta contro le malattie mentali. «Spero che questo volume non solo diverta i lettori, ma al contempo aiuti a promuovere una discussione aperta sui problemi d’insanità mentale, che possono toccare tutti noi, senza distinzione di età ed estrazione sociale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , Data: 20-10-2016 03:46 PM


Lascia un Commento

*