Sorrisi sotto le bombe

Il conflitto siriano continua a mietere vittime innocenti. Per dare un po' di tregua ai più piccoli, circondati da morte e distruzione, alle porte di Damasco è stato costruito un parco giochi sotterraneo. Ecco alcune foto.
ph. Mohammed Badra. EPA.

ph. Mohammed Badra. EPA.

Mentre la guerra siriana continua a mietere vittime innocenti, in un seminterrato del quartiere Arbin, alle porte di Damasco, è nato un luogo pensato per restituire ai bambini un po’ della loro infanzia, perduta tra bombe e distruzione. Si chiama Childhood Land, ed è un parco giochi dove i più piccoli possono ridere e divertirsi insieme, andando sull’altalena, arrampicandosi sulle corde, e dedicandosi, protetti, a tanti altri piccoli passatempi pensati appositamente per loro.

«UN PO’ DI FELICITÀ PER I BAMBINI»
Costruito da alcuni volontari all’inizio del 2015, è un luogo, racconta Time, in cui i più piccoli possono almeno per qualche momento trovare tregua. «Tanti bambini hanno sofferto a causa della crisi siriana, subendo molti danni psicologici», ha raccontato Mohammed Badra, un fotografo dell’EPA (European Pressphoto Agency). E ha aggiunto: «L’architetto del parco, Yassen, ha detto che al momento non siamo in grado di dar loro pane e caramelle, ma cerchiamo di regalargli un po’ di felicità».

«IMPORTANTE ANCHE PER I GENITORI»
Il fotografo ha conosciuto Childhood Land mentre lavorava come volontario con l’organizzazione no profit Syrian Red Crescent: «So di molti posti come questo costruito per i bambini», ha detto ancora a Time. E ha aggiunto: «Tutti i bambini in Siria sono stati colpiti dalla crisi e credo che questo parco sia molto importante per loro. Lo considero un ospedale per lo spirito dei più piccoli, ma anche dei loro genitori, che non li vedono più ridere». Ecco alcune foto scattate da Badra nel parco divertimenti sotterraneo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , Data: 19-10-2016 06:28 PM


Lascia un Commento

*