«Mai visto un'esecuzione così aberrante»

Con queste parole il pubblico ministero ha commentato l'efferato crimine che ha provocato la morte della giovane argentina Lucía Pérez. Tre uomini l'hanno drogata, violentata, impalata e lasciata morire.

Lucía PérezDrogata, violentata, impalata e lasciata esanime all’ingresso di una clinica riabilitativa per tossicodipendenti. Così ha trascorso le ultime ore di vita la giovane donna argentina, Lucía Pérez. «Non ho mai visto un’esecuzione tanto aberrante in tutta la mia vita», ha dichiarato alla stampa il pubblico ministero María Isabel Sánchez. L’efferato crimine, a opera di tre uomini (Matías Farías, Juan Pablo Offidani, già noti alle forze dell’ordine per spaccio di sostanze stupefacenti, e Alejandro Alberto Masiel), è stato compiuto tra l’8 e il 9 ottobre 2016 nella città di Mar del Plata, proprio durante i giorni dell’Encuentro Nacional de Mujeres, manifestazione annuale argentina per i diritti delle donne.

VIOLENZA INAUDITA
L’incontro della vittima con i suoi esecutori è avvenuto nell’appartamento di uno degli uomini, secondo le ipotesi della Sánchez. «Lì è stata forzata ad assumere grandi quantità di marijuana e cocaina e, successivamente, priva di sensi, è stata violentata ripetutamente e da più persone. Anche con un oggetto smussato, come può essere un palo», ha continuato il pubblico ministero. La morte, però, è stata causata una crisi vagale (rallentamento dell’attività cardiaca con successiva perdita di sensi), conseguenza del violento abuso tramite l’oggetto.

Ni Una Menos#NIUNAMENOS
Un crimine ogni 36 ore e più di 230 ogni anno. Dati questi numeri raccapriccianti riguardanti l’Argentina, la Corte Suprema di Giustizia ha creato un Registro Nazionale di Femminicidi. Dopo l’assassinio della 16enne Pérez, però, altre tre donne si sono aggiunte alla lista delle vittime di violenza per mano di mariti o ex compagni. Tanta violenza inspiegabile ha scatenato manifestazioni e mobilitazioni nazionali, una in particolare, con il motto #NiUnaMenos (Non una in meno) è prevista per il 19 ottobre con duplice intento: protestare contro questi crimini e queste violenze e portare alla luce le disuguaglianze che ancora esistono tra uomini e donne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: , , Data: 18-10-2016 07:09 PM


Lascia un Commento

*