Un'amica chiamata menopausa

Sebbene sia ritenuta una malattia, questo processo fa parte della fisiologia di ogni donna. I sintomi, le cure e le regole da seguire sono tante e possono aiutare a superare e affrontare il timore di questo cambiamento.

Menopausa«A cinquant’anni  [...] subentra l’incertezza, il malumore e tutto si trasforma in  un baleno, in un qualcosa che tormenta il cuore, ma, poi, ritorna tutto più sereno», ha scritto il poeta contemporaneo Sergio Garbellini a proposito della menopausa. Ma, cos’è effettivamente? Ritenuta da molti una malattia, in realtà, non è altro che un periodo di transizione, un evento fisiologico che corrisponde alla fine del ciclo mestruale e, quindi, dell’età fertile. Considerata spesso un vero e proprio taboo culturale, le è stata dedicata una giornata di rilevanza mondiale. Il 18 ottobre, infatti, è il World Menopause Day, il cui scopo è quello di informare al meglio il mondo femminile riguardo a questo periodo e ai cambiamenti e alle problematiche che ne conseguono.

COS’È LA MENOPAUSA
Durante la menopausa, l’apparato riproduttivo femminile smette di svolgere il ruolo che aveva ricoperto fino a quel momento, dando il via a cambiamenti netti. Le ovaie interrompono la produzione di estrogeni (principali ormoni che promuovono la formazione dei caratteri sessuali secondari femminili, stimolano la crescita del rivestimento interno dell’utero durante il ciclo mestruale e migliorano la lubrificazione della vagina) e follicoli (sacche all’interno delle quali ogni mese maturano gli ovuli). L’età media della menopausa si aggira intorno ai 50 anni ed è in gran parte predeterminata geneticamente anche se fattori etnici, familiari e ambientali possono condizionarne l’arrivo. Anche se, per parlare effettivamente di menopausa, bisogna aspettare 12 mesi dalla comparsa dell’ultima mestruazione.

SINTOMI
Durante questo processo può accentuarsi anche la comparsa di malattie come l’ipertensione, il colesterolo alto, l’osteoporosi e il sovrappeso. Ulteriori sintomi si hanno a livello psichico. Infatti, non è una novità che con l’avvicinarsi della menopausa compaiano disturbi quali ansia, depressione, insonnia o sbalzi d’umore. Un medico può essere l’alleato migliore per affrontare questo cambiamento, già prima che cominci il processo.

CURE
Corretta alimentazione, stile di vita più attivo e introduzione maggiore di calcio nella dieta potrebbero aiutare ad andare incontro al problema. Quando i sintomi creano difficoltà o disagi, non trattabili attraverso uno stile di vita sano, si può far ricorso a un trattamento farmacologico: la Tos (Terapia ormonale sostitutiva). In questa fase è importante tenere sotto controllo il proprio peso corporeo al fine di mantenere nella norma il proprio quadro lipidico per permettere all’organismo di funzionare al meglio.

REGOLE DA SEGUIRE
Per affrontare nel miglior dei modi questo step così tanto spaventoso bisogna innanzitutto prendere consapevolezza di ciò che significa e comporta la menopausa e adottare un atteggiamento positivo. Vista la tendenza ad aumentare di peso, tra le buone abitudini che bisogna prediligere, ovviamente, uno stile di vita più sano. È necessario ridurre al minimo l’assunzione di bevande eccitanti, alcoliche o eccessivamente zuccherine, ridurre le sigarette e svolgere ogni giorno una regolare attività fisica. In ambito alimentare è fondamentale per il corpo un adeguato supporto di calcio e vitamine D presenti soprattutto nei pesci, tuorlo d’uovo e fegato, una riduzione dell’apporto di colesterolo e di grassi e una dieta con un adeguato supporto di fibre tramite l’assunzione di frutta, verdure e cereali grezzi. Al contrario, è preferibile una riduzione di uso di carni rosse. Fondamentale è anche una regolare attività fisica per tenere in salute i muscoli, le ossa e le articolazioni che con il passare del tempo tendono ad atrofizzarsi sempre più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: Data: 18-10-2016 03:55 PM


Lascia un Commento

*