Un oro nel deserto

Ai Campionati del mondo di ciclismo su strada di Doha, Elisa Balsamo ha trionfato nella prova femminile Juniores: ecco chi è l'azzurra iridata.

elisa balsamoPrima medaglia d’oro per l’Italia ai Campionati del mondo di ciclismo su strada che si stanno svolgendo a Doha, in Qatar. La 18enne Elisa Balsamo ha infatti trionfato nella prova femminile Juniores, tagliando per prima il traguardo dopo una corsa di 74,5 chilometri. Un risultato eccezionale per una ragazza che da tempo è indicata come la grande speranza del ciclismo azzurro… a tinte rosa.

elisa balsamoUNA VITTORIA DEL GRUPPO
Elisa Balsamo ha vinto grazie a un’azione irresistibile sull’ultimo rettilineo, facendo il vuoto dietro alle sue spalle e distanziando le rivali nella volata: l’argento è andato alla statunitense Skylar Schneider, mentre a mettersi la medaglia di bronzo al collo è stata la norvegese Susanne Andersen. «Questa è una vittoria per tutto il movimento femminile in Italia. Devo ringraziare le mie compagne, è il nostro titolo, non il mio», ha dichiarato appena tagliato il traguardo: determinante, per la vittoria di Elisa, è stato infatti il lavoro sporco di Lisa Morzenti e Chiara Consonni, che le hanno ‘tirato’ la volata, mentre un’altra azzurra, Letizia Paternoster, si è piazzata al quinto posto. Con questa vittoria, l’Italia si aggiudica anche il secondo posto nella Coppa delle Nazioni alle spalle dell’Olanda, con il gradino più basso del podio occupato poi dalla Francia.

elisa balsamoUN ANNO DA INCORNICIARE
Nata il 27 febbraio 1998 a Cuneo, Elisa Balsamo vive a Peveragno e frequenta il liceo classico ‘Silvio Pellico’ nel capoluogo. Ha una media superiore all’8 e cinque anni di conservatorio alle spalle (pianoforte, per la precisione). Oltre a essere una studentessa modello, Elisa, oggi tesserata per il Team Valcar, è anche una delle grandi promesse del ciclismo italiano. Fin dall’esordio, ovvero da quando a 7 anni appena ha iniziato a correre nella Vigor Club di Cuneo, spinta dai genitori appassionati di ciclismo. Il titolo iridato è il degno coronamento di un 2016 eccezionale: in questa stagione Elisa si era infatti già messa al collo medaglie importantissime: oltre ad aver ottenuto i principali titoli italiani, fortissima su pista Elisa si è infatti laureata campionessa europea e mondiale dell’omnium, ma anche campionessa mondiale ed europea (con record del mondo insieme a Chiara Consonni e Letizia Paternoster) nell’inseguimento a squadre. Senza dimenticare il titolo iridato nello scratch.

L’ATTESA DURAVA DAL 2009
Nella prova femminile Juniores l’Italia non centrava l’oro da Mosca 2009, quando a vincere fu Rossella Callovi. Quanto a Doha, per la spedizione azzurra è la terza medaglia, dopo l’argento di Lisa Morzenti nella crono Juniores e il bronzo di Jakub Mareczko nella gara in linea Under 23.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 14-10-2016 02:31 PM


Lascia un Commento

*