Era l'Uomo Invisibile della musica

A 69 anni è morto Rod Temperton, che aveva collaborato con Michael Jackson scrivendo la hit Thriller. Nella sua carriera ha lavorato con tanti altri grandi artisti. Ma è sempre rimasto dietro le quinte.

Rod_TempertonCantautore, compositore, produttore discografico e musicista inglese, Rod Temperton è scomparso a pochi giorni dal 69° compleanno. Il suo non era certo un nome molto conosciuto in Italia e, d’altra parte, in patria come negli Stati Uniti era soprannominato ‘Uomo Invisibile‘. Tuttavia, durante la sua carriera ha scritto brani molto famosi. Uno su tutti Thriller, cantata e portata al successo (planetario) da Michael Jackson nel 1983.

Quincy Jones, Michael Jackson e Rod Temperton al lavoro su Thriller.

Quincy Jones, Michael Jackson e Rod Temperton al lavoro su Thriller.

IL SUCCESSO CON BOOGIE NIGHTS
Da autore, quello con Michael Jackson è stato per Temperton il sodalizio più fortunato della carriera, da cui sono nati altri brani come Off the Wall e Rock with You, e dunque iniziato qualche anno prima dell’uscita di Thriller. Proprio nel periodo in cui suonava le tastiere negli Heatwave: a scrivere il loro più grande successo, Boogie Nights del 1977, fu proprio Temperton.

Rod Temperton e Carmen Consoli nel backstage di We Are The Future, nel 2004.

Rod Temperton e Carmen Consoli nel backstage di We Are The Future, nel 2004.

CON I GRANDI DELLA BLACK MUSIC
Il successo della hit, diventata un classico della discomusic, lo mise in contatto con molti grandi della black music americana, per i quali iniziò a scrivere brani dalla fine degli Anni ’70. Producendone anche i dischi. Per l’altro storico collaboratore di Michael Jackson, Quincy Jones, ad esempio, nel 1981 scrisse The Dude, e per George Benson Give Me the Night. Davvero lunga la lista degli artisti per cui ha scritto canzoni: tra di loro anche Donna Summer, Herbie Hancock, Patti Austin e Aretha Franklin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: Data: 05-10-2016 08:01 PM


Lascia un Commento

*