Uomini che schifano le donne

di Amalia Milos
Hanno deciso di dire no alle relazioni stabili e sperano, col tempo, di riuscire anche a rinunciare al sesso. Per raggiungere l'obiettivo hanno stabilito una serie di regole.

uomini rinunciano donneBasta relazioni stabili. È questa la prima regola della comunità, tutta al maschile, MGTOW, acronimo di Men Going Their Own Way (Uomini che vanno per conto loro). Gli ‘adepti’, racconta l’Indipendent, sono migliaia, legati da un forte, irrefrenabile, sentimento di odio verso le donne. Su Reddit se ne contano 15 mila, ma c’è anche un sito dedicato, MGTOW.com, sul quale gli iscritti discutono dei temi a loro più cari: incoraggiano i mariti a divorziare, elogiano gli incontri con le prostitute e celebrano la ritrovata ‘libertà’. Ebbene sì: dopo anni e anni di discorsi e lotte femministe, sembrano essere finalmente maturi (e meritatissimi) i tempi per l’«uominismo». Un movimento, quello messo in piedi, dalle velleità rivoluzionarie. La caratteristica più commovente? Sembrano crederci sul serio.

L’INVETTIVA
Con un meraviglioso spirito vittimista (che ricalca perfettamente quello di molte femministe), alcuni dei componenti del gruppo se la prendono con le signorine che fingono l’orgasmo (un modo, secondo molti, per sottomettere ancora di più gli uomini), altri raccontano con orgoglio la loro verginità, altri ancora si lanciano in invettive contro il matrimonio, considerato una frode ai danni dei mariti. Non hanno dubbi: dopo il fatidico sì, le donne mostrano la loro vera, ingorda, natura. E trasformano i malcapitati in bancomat viventi. Si sentono presi in giro, poveri. Ingannati: le femministe, si lamenta qualcuno, prima vogliono il diritto di spogliarsi, poi aprono infinite polemiche contro gli uomini che le guardano.

BASTA ILLUSIONI
‘Simbolo’ della loro lotta la scena di Matrix nella quale il Prescelto invece della pillola blu (illusione) prende quella rossa (consapevolezza): stop alle false speranze, stop all’accettazione passiva dell’eterno ritorno dell’inganno femminile. Gli uomini che vanno per la loro strada hanno un percorso ben chiaro da compiere, che si organizza su diversi livelli e li accompagna alla libertà: il primo step implica rinunciare alle relazioni romantiche e cercare solo sesso. Arrivati al secondo livello, invece, è necessario dire no anche ai piaceri della carne. Al terzo, pensare solo all’indipendenza, alla carriera, ai soldi. Certo, le sfide da considerare sono tante: bisogna far fronte, ad esempio, agli uomini (ancora) romantici o, peggio, ai movimenti per la giustizia sociale.

UNA DICHIARAZIONE D’AMORE
I componenti del gruppo, maschi evidentemente delusi da relazioni precedenti, si proclamano con un velo d’orgoglio «uomini che vanno per conto loro» e, a dire il vero, ‘osservati’ da un occhio femminile, fanno quasi tenerezza. Dicono di odiare noi donne ma, su questa nuova impervia ‘strada’, non riescono a fare a meno di parlare di noi. Respingeteci pure: non smetteremo di amarvi. E se mai aveste voglia di tornare (stanchi del cibo preconfezionato e delle camicie stroppicciate), saremo qui, più pazienti e romantiche di prima, ad aspettarvi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , Data: 05-10-2016 06:23 PM


2 risposte a “Uomini che schifano le donne”

  1. Giovanni scrive:

    Confesso interesse per il (nuovo ?!) movimento, stanco di tante inutili “rincorse e minuetti”, stucchevoli quanto improduttivi. La realtà sembra superare haimè le più drastiche aspettative (… vittimismo) e la filosofia MGTOW appare essere la più idonea per interpretare questo “mondo capovolto” (… pillola rossa). Ma suvvia, non forniamo informazioni inesatte e tendenziose: al di là dell’amore cui, in quanto umani siamo sempre sensibili (uomini e donne, indifferentemente), la tenerezza la si prova noi uomini quando scopriamo che nella cucina al femminile spopolino uova sode e pizze congelate, di manicaretti del “sapore di mamma” neanche l’ombra. Per quanto mi riguarda non ho so cosa siano i “preconfezionati” adorando risotti e pesce fresco e mi dispiace per le camice stropicciate, quelle che vedo indossate a coprire improbabili decolté appassiti dallo stress della vita moderna (… ci vorrebbe un vecchio noto liquore al carciofo, dicono sia miracoloso).
    Giovanni

  2. Massimo scrive:

    No non torneremo più. perché sarete pazienti e più romantiche di prima pronte ad aspettarci perché alla fine vi converrà soprattutto di fronte al giudice con il vostro avvocato.

    P.s. E per la cronaca gli uomini che vanno per la loro strada non hanno camicie stropicciate e non mangiano cibi preconfezionati
    Preparatevi Donne il cambiamento è iniziato e nessuno lo fermerà

Rispondi a Giovanni

*