«Media, andate troppo di fretta»

Ospite del Grand Prix a Lampedusa, Helen Boaden annuncia le dimissioni da BBC Radio. Riflettendo sui cambiamenti nel mondo dell'informazione e sulla situazione dei migranti.

helen boadenHa guidato la BBC Radio per tre anni a partire dal 2013, ma alla fine ha detto basta. Le dimissioni di Helen Boaden scuotono il mondo dei media britannici, anche per le modalità in cui arrivano. La decisione di Boaden è stata confermata nella mattinata del 30 settembre. La ormai ex direttrice ha spiegato nel pomeriggio il perché della sua scelta nell’ambito del Prix Italia, il premio radiotelevisivo organizzato dalla Rai che quest’anno si svolge a Lampedusa. Due i temi affrontati da Boaden nel suo discorso di addio: l’eccessiva velocità del mondo dell’informazione, e la questione dei migranti.

EMOZIONI TROPPO FORTI
«Noi media facciamo abbastanza, oggi, per spiegare e approfondire? O siamo troppo presi dal passare alla cosa successiva, schiavi del ritmo delle notizie?»: è questa la domanda chiave del discorso di Boaden e della sua riflessione su come Internet stia cambiando il mondo del giornalismo. La preoccupazione è che questo cambio di passo, unito alla pratica del clickbaiting e alla sovraesposizione di notizie sensazionalistiche, abbia alterato per sempre lo spirito del giornalismo. Prendendo spunto da Lampedusa, Boaden analizza come dai giornali del Regno Unito venga affrontata la crisi dei migranti. L’analisi di alcuni titoli che mirano a scatenare emozioni forti (e quasi mai positive), non placa i dubbi, anzi: «Nella ricerca di una risposta a un argomento complesso, se non forse irrisolvibile, la velocità dei media e la costante presenza dei politici sui media non tende a complicare le cose, piuttosto che a chiarirle?». Domande retoriche che lasciano emergere chiaramente il punto di vista di Boaden. Che, alla fine del suo discorso, ribadisce comunque la sua fiducia nel ruolo della tivù pubblica.

RADIO, TIVÙ E DI NUOVO RADIO
Nata nel 1956 e laureata in lettere, Helen Boaden è arrivata alla BBC nel 1983 dopo altre esperienze radiofoniche. Prima reporter, poi presentatrice, ha cominciato ad assumere carichi direttivi intorno alla metà degli Anni ’90. Prima di tornare in radio, ha diretto BBC News tra il 2004 e il 2013. In questo periodo, è stata al centro di una polemica legata agli attentati del 7 luglio 2005, quando fece circolare un memo in cui chiedeva di non definire i responsabili come terroristi. Alcuni l’hanno anche criticata per non aver preso sul serio il caso di pedofilia legato al presentatore Jimmy Savile. Il suo spostamento a BBC Radio nell’anno successivo è stato visto come un vero e proprio declassamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , , Data: 30-09-2016 06:32 PM


Lascia un Commento

*