«Sei incinta? Non puoi fare il soldato»

Una giovane donna è stata esclusa dal concorso per entrare in Finanza perché in dolce attesa. La ragazza ha denunciato l'accaduto e si è rivolta al Tar nella speranza di essere riammessa.

donna-incinta-ovuli_470x305Esclusa dal concorso in Finanza perché incinta. Questa la triste storia di una giovane soldatessa che per questo ha fatto ricorso al Tar del Lazio. Il tutto portando con sé il verbale della Commissione per la verifica del mantenimento dei requisiti psico-fisici, poi diffuso dal sito grnet.it. Sul foglio di carta consegnato alla ragazza la Commissione «comunica che, sulla base della certificazione presentata attestante lo stato di gravidanza e, quindi, il temporaneo impedimento all’accertamento dell’idoneità al servizio nella Guardia di Finanza, la SV […] è esclusa dalla procedura, poiché tale temporaneo impedimento sussisteva alla data del 31 agosto 2016».

CAVILLO BUROCRATICO
Sorge ora un quesito spontaneo. Se da una parte è vero che lo stato di gravidanza impedisce l’accertamento sanitario di idoneità al servizio, dall’altra questo non può determinarne una definitiva esclusione. Almeno questo era già stato stabilito in una sentenza che risale al 2011 proprio dai giudici del Tar del Lazio. Gli stessi a cui la soldatessa si è rivolta per chiedere giustizia e parità. Nel 2012 il Tribunale amministrativo regolare aveva permesso alla donna esclusa di essere riammessa al concorso. «Lo stato di gravidanza non può essere considerato una malattia o un’imperfezione che mette in discussione l’idoneità psico-fisica della donna al suo eventuale reclutamento nell’Esercito», aveva esposto il giudice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , Data: 13-09-2016 07:33 PM


Lascia un Commento

*