Graziata in extremis

A poche ore dalla scadenza del proprio mandato, Barack Obama commuta la pena di Chelsea Manning da 35 a 7 anni di carcere. La donna transgender era stata condannata per lo scandalo Wikileaks.

Chelsea ManningÈ forse la persona che, più di tutte, ha pagato sulla propria pelle gli strascichi degli scandali legati a WikiLeaks. Ma la vicenda di Chelsea Manning, condannata a 35 anni di carcere per aver fornito materiale top secret all’organizzazione di Julian Assange, sembra avviarsi alla conclusione con un colpo di scena: Barack Obama, infatti, a un giorno dal termine del proprio mandato presidenziale, ha commutato la sentenza di condanna riducendola di fatto ai sette anni che ha già scontato. La scarcerazione di Manning è prevista per il 17 maggio 2017.

ASSANGE SI CONSEGNA?
Lo stesso Julian Assange si era battuto in prima persona per la liberazione della donna transgender, promettendo che si sarebbe lasciato estradare in cambio della grazia per Manning. Dopo la mossa di Obama, si è detto intenzionato a mantenere la promessa. Negli ultimi mesi, le condizioni fisiche e psicologiche di Chelsea Manning si erano aggravate. L’ultima azione eclatante risale al settembre 2016m quando aveva intrapreso uno sciopero della fame per denunciare l’ostruzionismo dell’esercito alla terapia ormonale necessaria per il suo cambio di sesso.

BULLISMO HI-TECH
Chelsea Manning era nata come Bradley Manning, e aveva annunciato il suo percorso di transizione da uomo a donna subito dopo la condanna. In un comunicato diffuso sul suo sito internet, Chelsea aveva spiegato che il suo sciopero della fame aveva lo scopo di ottenere nero su bianco dall’esercito americano la garanzia che in futuro le sarebbero stati somministrati i farmaci necessari alla terapia ormonale. Nel frattempo, rifiutava di mangiare e di tagliarsi unghie e capelli di sua volontà. Chelsea Manning aveva anche spiegato di essere sottoposta a continui controlli da parte delle guardie, in maniera così costante da spingere Manning a usare le parole «bullismo hi-tech».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , , , , Data: 18-01-2017 09:00 AM


Lascia un Commento

*