Una «feminine girl» a Miss America

di Filomena Avino
Erin O’Flaherty, Miss Missouri 2016, è la prima concorrente lesbica dichiarata a essere stata incoronata. «Non voglio parlare della mia sessualità. Questa è solo una piccola parte di ciò che sono io e del lavoro che faccio».

Miss Missouri 201623 anni, cresciuta in una fattoria e sostenitrice del programma per la prevenzione del suicidio. Si tratta di Erin O’Flaherty, Miss Missouri da giugno 2016. Un titolo che le ha dato accesso al concorso nazionale previsto l’11 settembre ad Atlantic City. È lesbica. Ma non è una novità visto che la giovane miss aveva già fatto outing quando aveva 18 anni. La novità è che Erin è la prima concorrente omosessuale dichiarata a essere stata incoronata. A parlare della sua sessualità è Anne Jolly, la presidente dell’organizzazione Miss Missouri. Molto impegnata nel sociale, Erin, però, non ha intenzione di ‘usare’ la sua natura per arrivare alla vittoria finale. «Non voglio parlare della mia sessualità. Questa è solo una piccola parte di ciò che sono io e del lavoro che faccio», ha dichiarato la neo miss alla stampa americana.

UN CONTEST SESSISTA E RAZZISTA 
Ovviamente, con la sua dichiarata omosessualità, ha ricevuto tanti complimenti quante offese. «Non importa come andrà il concorso. Ricorda che il tuo coraggio ha cambiato la visione di molti», ha scritto una fan sulla pagina Facebook della O’Flaherty. «Questo concorso è per donne non per lesbiche. Smetti di disonorare lo spettacolo e ritirati», ha commentato, invece, un’altra persona carica d’odio. Critiche che comunque non sembrano infastidire la miss, pronta ad andare avanti per la sua strada tenendo a mente solo i messaggi di supporto e niente più. Del resto sin dall’inizio, il concorso è stato accusato di essere sessista e razzista ma, nonostante ciò, molte ragazze ancora crescono sognando di diventare Miss America. «È interessante vedere che questa competizione resta tuttora oggetto di dibattiti politici e culturali», dichiara Blain Roberts, professore di storia alla California University. «La partecipazione di Erin al contest potrebbe essere un nuovo messaggio ed aprire le menti: eterosessuali e omosessuali hanno gli stessi diritti di divertimento», si legge sul New York Times.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Protagonisti Argomenti: , , , , Data: 09-09-2016 07:49 PM


Lascia un Commento

*