«Il trono? Lo lascio alle altre»

di Enrico Matzeu
La miss che l'ha preceduta parteciperà a Uomini e Donne. Ma Alice Sabatini non condivide la sua scelta. Intervista alla quasi ex reginetta che ha fatto parlare di sé dopo quella famosa gaffe.

sabatini«Avrei voluto vivere la seconda Guerra Mondiale», disse sul palco di Jesolo prima di essere incoronata nel 2015. È così diventata suo malgrado una delle Miss Italia più mediatiche degli ultimi anni, a causa, o grazie, a quella famosa gaffe sull’epoca in cui sarebbe voluta nascere. Alice Sabatini, un anno dopo, si appresta a cedere la corona alla prossima reginetta di bellezza nel concorso che compie 77 anni. Alta, capelli corti e cadenza romana, la sua ingenuità l’ha resa facile bersaglio di mass media e detrattori. Certo è che non è stata dimenticata (come tante colleghe).

TRE FINALISTE CURVY
La finale 2016, in onda il 10 settembre su La7, è condotta da Francesco Facchinetti (qui la nostra l’intervista) che in diretta da Jesolo proclamerà la nuova reginetta di bellezza tra le 40 selezionate. Novità di rilievo di questa edizione sono le tre finaliste curvy, ovvero quelle un po’ più formose, che hanno la possibilità di gareggiare assieme alle altre, abbattendo un altro dei tanti tabù che in quasi 80 anni di concorso hanno rappresentato il cambiamento non tanto della bellezza femminile, quanto di come questa venga percepita dalle persone. Quella da Miss del resto è un’esperienza che «ti cambia la vita, ti fa crescere ma soprattutto ti fa lavorare un sacco», ha detto a LetteraDonna Alice Sabatini, pronta ormai a cedere scettro e fascia.

Presentazione Miss Italia

Alice Sabatini, Francesco Facchinetti, la Patron Patrizia Mirigliani e Miss Italia 2013 Giulia Arena alla presentazione di Miss Italia 2016.

DOMANDA: Che anno è stato quello da Miss?
RISPOSTA: Molto impegnativo. Da quando ho iniziato questa avventura il 31 agosto 2015, dopo le selezioni, non mi sono mai fermata. Ho iniziato a viaggiare moltissimo e sono tornata a casa solo quattro giorni per Natale.
D: E cos’ha fatto?
R: Diventando Miss Italia ho vinto 11 contratti con altrettanti sponsor, quindi ho lavorato molto per loro, girando anche il mondo, dal Canada alla Cina, tra Spagna e Ungheria. Poi sono stata ospite di molte trasmissioni televisive, da Fabio Fazio a Barbara D’Urso, passando per TV2000. E ne sono stata felice. Diciamo che è una vera e propria scuola, e come si dice a Roma: ‘o te svegli o te svegli’.
D: Si sente diversa dopo questa esperienza?
R: Sicuramente cambiata a livello caratteriale. Sono rimasta una ragazza molto semplice, ma ora ho la consapevolezza di stare più attenta a quello che faccio e dico, perché poi le cose ti si possono anche ritorcere contro. Sono diventata molto più riservata, perché ho ricevuto delle pugnalate anche da persone a me vicine. Sono sicuramente cresciuta.
D: Qual è stato il ricordo più bello di quest’anno?
R: Sicuramente i viaggi, in particolar modo due. Uno a Shangai: sono partita da sola e non avrei mai immaginato di andare dall’altra parte del mondo a 19 anni. Però è stato divertente e sono rimasta molto affascinata dalla Cina, nonostante i miei pregiudizi. L’altro è stato in Madagascar, dove sono andata a visitare gli asili, portando quaderni e libri ai bambini, a cui ho insegnato anche alcune parole in italiano. Vedere la felicità nei loro occhi mi ha riempito di gioia.

https://instagram.com/p/BG6K5cxx0yo/

D: Ci sono stati momenti spiacevoli?
R: Uno in particolare no, anche perché tutto poi aiuta a costruire la felicità, anche la stanchezza o le disgrazie, che in fondo mi hanno definito il carattere. Diciamo che forse l’attacco mediatico che ho ricevuto a causa della presunta gaffe sul 1942 non è stato piacevole.
D: Ne ha sofferto molto?
R: Inizialmente vedevo tutto nero e non volevo neanche uscire di casa, ma dopo circa tre mesi mi sono resa conto che forse è stata una fortuna, perché chi mi voleva distruggere, in fondo mi ha dato visibilità. Solo con l’intervista alle Iene, però, ho avuto la possibilità di farmi conoscere per quello che ero, dimostrando che non sono scema.
D: Tutto sommato quindi è andate bene?
R: Sì, anche se forse avrei preferito passare inosservata piuttosto che passare per stupida.
D: Un concorso come Miss Italia, oggi che è il web a lanciare i talenti (anche di bellezza) è ancora attuale?
R: Per me sì, perché ovviamente ti parlo da Miss in carica e penso che sia ancora il sogno di tante ragazze, visto che ci provano ogni anno in circa 10 mila. Le persone dicono che non ha un senso, che è un format vecchio, che non è carino giudicare una donna solo per la bellezza, ma vi assicuro che per noi ha ancora molto senso, anche dopo 77 anni. Il web è sicuramente più immediato però poi i fenomeni di internet quanto durano? Al massimo un paio di anni.

D: Quest’anno c’è anche la categoria delle curvy, cosa ne pensa?
R: Credo sia giusto farle partecipare, ma allo stesso tempo trovo penalizzante metterle nello stesso concorso, perché l’immagine di Miss Italia a cui siamo abituati è un’altra. Temo che il pubblico non sia ancora pronto a far vincere una curvy. Io piuttosto avrei fatto due concorsi in contemporanea con due diverse vincitrici.
D: Si è ispirata a qualche miss del passato?
R: Ho ammirato molto i percorsi che hanno intrapreso sia Miriam Leone che Giusy Buscemi, sono ragazze che si sono messe subito a studiare e hanno cavalcato l’onda. Anche perché subito dopo l’anno da Miss, l’attenzione cala e c’è il rischio che la popolarità si abbassi.
D: Lei che piani ha?
R: Io ho vinto anche la fascia di Miss Cinema, quindi ho una borsa di studio di 10 mila euro, che inizierò a sfruttare quest’anno. Appena tornerò alla mia quotidianità ho intenzione di studiare recitazione, inizialmente con un professore di teatro e poi frequentando dei seminari. Vorrei fare cinema e poi spero che Massimo Ferrero mi faccia fare un film con la sua casa di produzione, visto che era uno dei premi in palio nel 2015.
D: Ha continuato a giocare a basket?
R: Purtroppo non ci sono riuscita. Ho solo fatto qualche partita di beneficenza con la squadra di ‘artisti’ e seguito alcune partite della nazionale italiana, ma dagli spalti.

D: Clarissa Marchese, la miss che l’ha preceduta parteciperà a Uomini & Donne. Che ne pensa?
R: Non voglio giudicare le sue scelte perché se l’ha fatto si vede che si sentiva adatta, ma io non avrei mai accettato, perché punto ad altro e non al trono. Poi l’amore già ce l’ho.
D: Anche lui gioca a basket, giusto?
R: Sì, l’ho conosciuto sul campo dopo la partita di beneficenza (è il giocatore Gabriele Benetti, ndr). Ora sono felice così è ho voglia di riprendere la mia vita in mano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 09-09-2016 01:54 PM


Lascia un Commento

*