Turiste (non) per caso

Il turismo sessuale femminile è un fenomeno più diffuso di quanto si creda: ogni anno 600 mila occidentali trascorrono «una vacanza con benefits». Una sessuologa ci ha aiutato ad analizzare questa tendenza.

Il turismo sessuale femminile, a differenza di quello maschile, è ancora considerato un tabù. Per questo se ne parla poco, nonostante sia un fenomeno piuttosto diffuso.
Riguarda principalmente donne occidentali di età compresa tra i 40 e i 50 anni, spesso anche più giovani o molto più vecchie, che non partono solo per rilassarsi su una spiaggia. Dati alla mano, sarebbero 600 mila (italiane comprese) quelle che ogni anno si trovano a trascorrere «una vacanza con benefits». La psico-sessuologa Adele Fabrizi, intervistata da SexTelling, ci ha aiutato a inquadrare il fenomeno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: Data: 02-09-2016 04:57 PM


Lascia un Commento

*