Venezia tra madri e mogli

La 73esima edizione della Mostra del Cinema porta in concorso numerosi cortometraggi con al centro personaggi femminili alle prese con problematiche di grande attualità. Scopriamoli.

La selezione dei film in concorso alla 73esima edizione della Mostra del cinema di Venezia è un bouquet variegato di generi, stili e scuole produttive, dove voci diverse trovano una vetrina importante per mostrare al mondo le proprie storie. Drammi intimisti, thriller, horror, fantascienza: ce n’è per tutti i gusti. E non sono pochi i film dove i ruoli femminili diventano centrali per la narrazioni. Poche le donne sole al comando, più facile individuarle all’interno di lungometraggi che le vedono come perno dei rapporti di coppia o punto di equilibrio di famiglie difficili. Nonché madri in divenire, alle prese con gravidanze o bambini che arrivano portati dal mare, spingendole a riflettere sul rapporto sempre più complesso tra femminilità e maternità.

questi-giorni-1030x615QUESTI GIORNI
Il film di Giuseppe Piccioni racconta la storia di quattro ragazze che si credono amiche, ma che in realtà condividono solo una routine che si colora, ogni tanto, di fugaci slanci ed emozioni. Non c’è contrasto, non c’è conflitto nella loro relazione. Che cosa può accadere allora quando un viaggio in auto alla volta di Belgrado darà una svolta inaspettata alle loro vite, mettendo per la prima volta alla prova la tenuta della loro amicizia? Nel cast c’è anche Margherita Buy.

jackie natalie portmanJACKIE
Pablo Larraìn sceglie di raccontare la vita di Jacqueline Kennedy, interpretata da Natalie Portman, dopo la morte di JFK. Perché Jacqueline non si è lasciata mettere ai margini dopo essere diventata vedova. Ma ha capito che era il suo compito affrontare il trauma, combatterlo e lottare affinché la Storia ricordasse il marito in un determinato modo. Come tutti i personaggi della Storia trasformati in icone, Jackie è rimasta una donna di cui pochi hanno conosciuto la vera natura. Larraìn prova a fare luce proprio in questo mistero.

brimstonefanningBRIMSTONE
Una donna e una figlia costrette a sopravvivere da sole nel selvaggio West: questo racconta il film di Martin Koolhoven. Religione, violenza, e una donna che vuole a tutti i costi riaffermare la vita in lande dominate dall’istinto di morte maschile che tutto distrugge.

piumaPIUMA
Il regista Roan Johnson era terrorizzato dalla paura di avere un figlio. Così, per esorcizzare questo timore, ha deciso di dirigere un film dove due ragazzi giovanissimi si ritrovano alle prese con una gravidanza che cercano di ignorare a tutti i costi, fino all’ultimo momento.

The-Light-Between-Oceans-TrailerTHE LIGHT BETWEEN OCEANS
Alicia Vikander e Michael Fassbender: coppia d’assi per il regista Derek Cianfrance, che mette in scena una coppia segnata da due aborti e un bambino nato morto a cui il mare consegna un cadavere e una neonata. Tom e Isabel decidono di adottarla. Senza sapere se quella che sembra una benedizione del caso si rivelerà davvero tale o altererà gli equilibri della coppia.

La-region-salvajeLA REGIÓN SALVAJE
Misoginia, maschilismo, omofobia. Tre piaghe piuttosto comuni in alcune regioni del Messico, dove la vita conta poco, ancora meno se si è deboli, donne o omosessuali. Alejandra, ad esempio, è una madre lavoratrice che trova difficile crescere i propri figli in un luogo simile. Ma l’arrivo della misteriosa Veronica, che porta con sé un segreto sovrannaturale, potrebbe cambiare la sua vita. Regia di Amat Escalante.

jake-gyllenhaal-amy-adams-joaquin-phoenix-and-aaron-taylor-johnsonNOCTURNAL ANIMALS
C’è una donna al centro del film di Tom Ford. Una ex moglie a cui il marito invia un romanzo incentrato su di lei. Pagine intense, a volte crude e violente, che trasfigurano la prospettiva secondo cui Susan pensava di essere vista dal marito. E che la spingeranno a riconsiderare la propria vita sentimentale, anche nei suoi aspetti più scabrosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: Data: 01-09-2016 06:58 PM


Lascia un Commento

*