Amore finito male

Daria Bignardi, nuovo direttore di Rai 3, ha deciso di non confermare Barbara De Rossi alla conduzione del celebre programma. Al suo posto è stata chiamata Asia Argento scatenando la polemica dei fan.

SPETTACOLO, TV, PROGRAMMA, L'ERA GLACIALE, DARIA BIGNARDI«Sono amareggiata. E lo sono per vari motivi. Soprattutto perché dopo tre anni di lavoro nessuno mi ha comunicato nulla ufficialmente». Inizia così il lungo sfogo di Barbara De Rossi affidato alle colonne de Il fatto quotidiano. Uno sfogo dettato dalla frustrazione di essere stata allontanata da quella trasmissione che ormai sentiva anche un po’ sua. Ed ecco che dalla prossima stagione Amore Criminale, celebre docu-fiction di Rai 3, avrà una nuova conduttrice. «Me lo ha comunicato Matilde, la regista del programma. Mi ha detto che il nuovo direttore Daria Bignardi aveva deciso di rinnovare e l’innovazione evidentemente vuol dire nuovo conduttore». E il volto nuovo di Amore Criminale è stato individuato in quello di Asia Argento.


SCELTA INADEGUATA
Proprio sulla figlia d’arte del celebre regista di film horror De Rossi nutre dei dubbi. «Ritengo che sia inadatta a condurre un programma di questo tipo», ha aggiunto. Dello stesso parere pare anche Selvaggia Lucarelli che su Facebook ha ribadito quella che a molti fan è parsa una scelta assurda. Soprattutto perché «il programma andava benissimo, l’ho lasciato col 9% di share che per Rai 3 è un grande successo, quindi credevo di aver fatto un buon lavoro» ha aggiunto Barbara De Rossi.

PAPABILI SOSTITUTE
Ma l’ormai ex conduttrice di Amore Criminale non si è fermata qui, abbozzando addirittura alternative alla figura di Asia Argento: «Se mi avessero sostituito con Laura Morante o Monica Guerritore avrei capito questo cambiamento». Del resto per raccontare certe cose «ci vuole delicatezza e attenzione». Soprattutto perché «condurre questo programma vuol dire prendere le donne per mano, incoraggiarle a denunciare quando serve, rassicurarle sul fatto che si può essere aiutate. Che le donne oggi non sono sole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*