La principessa (del pop) è tornata

di Matteo Innocenti
Il 26 agosto è uscito Glory, nono album della carriera di Britney Spears. Dall'esordio nel 1999 come Lolita sexy ha vissuto (tanti) alti e (troppi) bassi. Riviviamoli insieme in gif.

britney-spearsIl suo nuovo album Glory, il nono della carriera, ha debuttato il 26 agosto al top della classifica di iTunes in Italia e in tanti altri Paesi: Britney Spears è tornata, decisa a riprendersi ciò che è stato suo. Ovvero il titolo di principessa del pop, che le è sfuggito dalle mani negli ultimi anni, tra passi falsi discografici e crisi personali. Difficile, ma non impossibile. In fondo, nonostante una carriera da cantante iniziata nel 1999, Britney non ha ancora compiuto 35 anni (lo farà a dicembre): ha solo un anno in più di Nicki Minaj e tre rispetto a Katy Perry ma, ad esempio, è coetanea di Beyoncé.

UNA CARRIERA TRA ALTI E BASSI
Forse Britney sembra più vecchia perché ha iniziato prima. O perché è finita nel dimenticatoio da qualche tempo. Oppure per il fatto che dal 2013 ha un residency show a Las Vegas, Britney: Piece of Me, una scelta professionale, pur remunerativa, che di solito le star fanno quando gli anni d’oro sono ormai alle spalle. Tuttavia, a detta di molti Glory è il miglior lavoro dell’artista da Blackout del 2007, il più acclamato dalla critica e c’è da credere che Britney, questa volta, possa farcela davvero, rialzandosi di nuovo. D’altra parte, l’ha già fatto diverse volte, durante una carriera fatta di alti (tanti) e bassi (troppi). Ripercorriamola attraverso una serie di gif.

hit me babyUNA LOLITA AL LICEO
Dopo gli esordi al The Mickey Mouse Club, nel 1999 Britney Spears fa il suo ingresso di prepotenza nel mondo della musica con …Baby One More Time: nel video, ambientato in una high school, veste i panni (abbastanza succinti) di una Lolita sexy e niente sarà più come prima per lei. Il singolo raggiunge la prima posizione della classifica Billboard Hot 100 e, in breve tempo, la non ancora maggiorenne Britney diventa una star planetaria. Per non farsi mancare niente, inizia anche una relazione con Justin Timberlake, altro teen idol, all’epoca ancora membro degli ‘Nsync.

slaveA SPASSO CON IL PITONE
Nel 1999 nasce anche il dualismo con Christina Aguilera, già incrociata al The Mickey Mouse Club, che con Genie in a Bottle piazza un singolo di successo dal testo piuttosto audace per una diciottenne. Nel giro di pochi anni, a Britney inizia a stare stretto il ruolo di ‘fidanzatina d’America’: nel 2001 fa uscire il singolo I’m a Slave 4 U, nel cui video canta e poi danza sinuosamente, con movenze sensuali. È il cambio di immagine della sua carriera: l’esibizione degli Mtv Video Music Awards del 2001, che la vede entrare in scena con un pitone albino in spalla, è storia. Visto che non si può essere lolite per sempre, la Aguilera la segue a ruota, facendo uscire il video di Dirrty, ancor più provocante di quello di I’m a Slave 4 U.

madonnaMADONNA CHE BACIO
La loro carriera procede in parallelo, al punto che Madonna nel 2003 le bacia entrambe sul palco degli Mtv Video Music Awards. Ma c’è bacio e bacio. Quello che si scambia con Britney è decisamente più appassionato (e Christina ci rimane un po’ male) e suona come un’investitura: la regina del pop sembra aver scelto la sua erede. Forse la cosa le dà un po’ alla testa, fatto sta che a questo punto iniziano i problemi di Britney, che il 3 gennaio 2004, dopo una notte di bagordi, sposa a Las Vegas l’amico d’infanzia Jason, annullando poi il matrimonio appena 55 ore dopo. Nello stesso anno si sposa con il ballerino Kevin Federline, da cui ha due figli e poi divorzio nel 2007.

2007 gimme moreSUL VIALE DEL TRAMONTO
Proprio il 2007 è il suo anno peggiore. E non solo per il divorzio, che forse è una liberazione. A febbraio si rasa i capelli (sembra per passare un test antidroga) e le sue immagini da ‘pelata‘ fanno il giro del mondo. Poi apre gli Mtv Video Music Awards (di nuovo) con una criticatissima esibizione in playback, ma soprattutto in stato confusionale, di Gimme More: è la mazzata più dura per la sua carriera. Britney interrompe la promozione dell’album Blackout e non va in tour. A nemmeno 26 anni, sembra avviata sul viale del tramonto.

x factorFATTORE BRITNEY
Nel 2008 dà alle stampe Circus, un discreto successo anche se non Italia. Nel frattempo retrocede nelle gerarchie del pop, perché esplodono Beyoncé, Lady Gaga e Katy Perry. Le cose peggiorano nel 2011, quando esce Femme Fatale, che si rivela un flop. A questo punto, Britney si ricicla. Per fortuna non come attrice, dopo Crossroads – Le strade della vita, ma come giudice di X Factor: le sue facce sono una fonte inesauribile di gif e meme. Successivamente, Britney ci riprova ma inciampa di nuovo, pubblicando nel 2013 quello che è considerato il suo album peggiore, Britney Jean.

make meSETE DI GLORY
Da allora sono passati tre anni, e questa potrebbe essere la volta buona. Glory, anticipato dal singolo Make Me, è senza dubbio superiore ai lavori precedenti di Britney Spears, che torna tirata a lucido. O forse tirata e basta, perché ai più attenti non sarà sfuggito qualche ritocchino. Ma tant’è: si era anche rifatta il seno da giovane e nessuno aveva avuto da ridire. È la musica che conta, la sostanza. E Britney è ancora in tempo. In fondo, Madonna a 58 anni balla ancora sui tavoli a Cuba.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: Data: 26-08-2016 03:30 PM


Lascia un Commento

*