«Tutta colpa dei miscredenti»

Secondo il sito Sì all'Islam in Italia il terremoto sarebbe un segno di Allah per punire i cristiani. Al contrario, per la Militia Christi, le cause sarebbero da rintracciarsi nelle unioni civili. La follia estremista colpisce il Centro Italia.

terremoto amatriceNon bastava la bufala del risarcimento negato alle popolazioni terremotate, adesso anche i fanatici religiosi vogliono dire la loro sul sisma che ha duramente colpito il Centro Italia. Ed ecco che accanto alle spiegazioni scientifiche di sismologi e geologi trovano spazio anche quelle più strampalate di estremisti e santoni dell’ultima ora. Su tutte quelle dell’organizzazione musulmana Sì all’Islam in Italia, che conta su Facebook più di 43 mila seguaci. Spulciando tra i post pubblicati uno attira l’attenzione. Si tratta di un articolo in cui la sedicente pagina spiega i motivi del perché i terremoti, compreso quello che ha distrutto Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto, si manifestano così spesso.

MANIFESTAZIONE DI ALLAH
«Indubbiamente i terremoti che stanno accadendo in questi giorni sono tra i segni che Allah usa per spaventare i Suoi servi», si legge nel delirante articolo. «I terremoti e tutte le altre cose che accadono e che provocano danni e ferite alle persone sono a causa dello Shirk (l’idolatria di una falsa fede, ndr) e dei peccati, come Allah dice: ‘Qualunque sventura vi colpisca, sarà conseguenza di quello che avranno fatto le vostre mani‘», prosegue l’autore del pezzo divulgato poi sui social network. A leggere queste parole scorrono così davanti agli occhi i volti dei tanti che non sono sopravvissuti al sisma. Tra loro anche tanti bambini: su tutti il piccolo di 8 mesi deceduto ad Accumoli e la piccola Marisol, scomparsa sotto il crollo di un’abitazione ad Arquata del Tronto a soli 18 mesi. Molto probabilmente, secondo la logica perversa che si legge su Facebook, Allah ha voluto punire questi piccini per le loro colpe. Del resto il terremoto come punizione di Allah si rintraccia in diverse sure del Corano, tutte citate dal sito islamista. Il concetto è quindi chiaro anche se non viene detto in modo esplicito: chi è morto se l’è cercata poiché non credeva nell’Islam. Quindi, verrebbe quasi da dire polemicamente, meno case sismiche e più fedeli musulmani per scampare alle catastrofi.

GESÙ LI HA PUNITI
Ma la spiegazione religiosa al terremoto non è stata prerogativa degli islamici. Anche la Militia Christi, ordine non ben identificato che affonda le sue radici nel cristianesimo, si è avventurato in un’interpretazione ugualmente sconcertante. Su Twitter hanno infatti scritto che «la tragedia del terremoto ci deve far interrogare sui nostri peccati e sull’abominio delle unioni civili». Un cinguettio immediatamente cancellato e goffamente smentito dai suoi autori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: , , Data: 26-08-2016 03:44 PM


Lascia un Commento

*