Contro i razzisti del terremoto

Il sisma che ha colpito il Centro Italia viene strumentalizzato per alimentare l'odio nei confronti degli immigrati. Ma una donna colpita dal terremoto mette a tacere gli xenofobi con un post su Facebook.

terremoto centro italiaDopo lo sciacallaggio tra le macerie, arriva lo sciacallaggio mediatico. Se da una parte il terremoto che tra il 23 e il 24 agosto ha colpito il Centro Italia ha spinto molti italiani a grandi gesti di solidarietà, dall’altra c’è chi ne ha approfittato per diffondere bufale sul web e alimentare un clima d’odio nei confronti di immigrati e rifugiati. Ad esempio, con la solita contrapposizione tra hotel e tendopoli. A cui, però, arriva una risposta forte e netta, direttamente dalla voce di una donna la cui casa di Amatrice è stata rasa al suolo: «A NESSUN amatriciano sentirete dire che bisogna cacciare gli immigrati dagli alberghi per metterci i terremotati».

I RIFUGIATI AIUTANO
Parole di Francesca Spada che, pubblicate su Facebook, sono state condivise 26 mila volte. A scanso di equivoci, la donna ha specificato di avere un’altra casa. Ma ci ha tenuto anche a ribadire che le tragedie uniscono, non dividono. E che la comunità di Amatrice era particolarmente legata a un gruppo di rifugiati ospitati dalla comunità. Quegli stessi immigrati che non hanno esitato nel mettersi a scavare tra le macerie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , , , Data: 26-08-2016 12:52 PM


Una risposta a “Contro i razzisti del terremoto”

  1. guppa scrive:

    Francesca spata, grazie per questa commovente testimonianza.
    io ho gia dato il mio contributo alle organizzazioni umanitarie
    ma sono sicuro che anche i rifugiati saranno pronti a donare
    una parte dei loro finanziamenti per la riscostruzione di una comunita
    cosi duramente colpita anche nell’ anima.
    Chi fugge dalle guerre vive lo stesso dramma, ed è costretto a lasciare
    in patria i propri genitori e fratelli ad un destino inesorabile.

Lascia un Commento

*