La città delle donne stuprate

Un'indagine di Medici senza frontiere rivela gli orrori di Rustenburg, nel Sudafrica. Dove il 25% della popolazione femminile ha subito abusi. Ma in poche denunciano.

rustenburgIl 25%  della popolazione femminile è stata violentata o ha subito abusi sessuali da parte del suo partner. È il triste primato di Rustenburg, cittadina del Sudafrica da 100 mila abitanti che si trova al centro di un’importante area mineraria. Che, nel complesso, vede una donna su quattro vittima di violenze. Lo afferma una rapporto di Medici senza frontiere, che definisce i dati «scioccanti ma non rari» per il Sudafrica.

DUE VOLTE VITTIME
La ricerca di Msf ha coinvolto 800 donne di Rustenburg tra i 18 e i 49 anni. Complessivamente, nell’intera area, si stima che ogni anno vengano violentate circa 11 mila donne, ma solo il 5% di queste denuncia le violenze subite. Inoltre, il rapporto rivela che probabilmente pochissime di queste donne sanno come difendersi dall’Hiv o da gravidanze indesiderate. Come se non bastasse, spesso essere vittima di stupro equivale a portare su di sé quella che viene considerata una colpa, un vero e proprio stigma sociale.

NESSUNA INDIPENDENZA
L’area di Rustenburg si trova al centro di un’area ricca di platino, che attrae uomini e donne da tutto il Paese, ansiosi di trovare lavoro. Ma la disoccupazione è alta, e comunque i lavoratori maschi vengono preferiti alle donne, che non sono in grado di conquistare l’indipendenza a causa dei motivi economici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , Data: 16-08-2016 07:23 PM


Lascia un Commento

*