L'ultima festa di Betsy

Affetta da SLA, un'artista 41enne ha scelto l'eutanasia. Prima di morire, però, ha voluto salutare amici e parenti, invitandoli a un ricevimento. E stabilendo una sola regola: «Niente lacrime».

betsy davisRitrovarsi e sorridere con le persone più care in una grande ultima festa d’addio. È stato l’ultimo desiderio di Betsy Davis che, affetta da sclerosi laterale amiotrofica, nel giro di tre anni ha perso progressivamente il controllo del suo corpo. La SLA è una malattia che, nell’aggravarsi, toglie la capacità di muoversi, parlare, mangiare e, infine, respirare.

«PREFERISCO ESSERE LIBERA»
Betsy non ha voluto veder vincere la malattia. Ha preferito «essere libera piuttosto che sotterrata nel suo stesso corpo»: per questo ha scelto la morte volontaria assistita, legale da qualche tempo in California.

betsy davis

LA FESTA CON LA FAMIGLIA E GLI AMICI
Artista 41enne, prima di mettere fine ai suoi giorni, la donna ha voluto però passare un weekend felice, circondata da familiari e amici. A inizio luglio ha fatto una lista e ha inviato gli inviti alle persone che voleva con sé: «Queste circostanze non sono simili a quelle a cui siete abituati. Richiedono forza e apertura di spirito», ha scritto ai suoi ospiti nell’email. «Nessuna lacrima», ha precisato l‘Associated Press, era l’unica regola della festa. Il ricevimento si è svolto tra il 23 e il 24 luglio, e ha coinvolto una trentina di invitati: pizza, cocktail, musica e sorrisi sono stati gli ingredienti. Tutti hanno posato con lei per una foto ricordo.

L’ULTIMO TRAMONTO
Alla fine, quando gli ospiti sono andati via, Betsy è andata su una collina e lì, dopo aver visto il suo ultimo tramonto, ha preso le medicine che le erano state prescritte. Quattro ore dopo, davanti alla sorella e al personale medico, è deceduta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , Data: 12-08-2016 06:58 PM


Lascia un Commento

*