Nudità che coprono

«Credo che spesso si ricorra al nudo per distogliere l’attenzione da una mancanza di contenuti. Per coprire l’assenza di pensiero». Eros, arte, parole e corpi: l'intervista di SexTelling a Luciano De Crescenzo..

«Anni fa ho scritto che nessuno è più infelice di un guardone in un campo di nudisti, e ne sono tuttora convinto». Era sufficiente che «un leggero soffio di vento lasciasse intravedere il ginocchio di una donna per scatenare in noi un’emozione. Oggi, invece, sembra che si faccia a gara a chi si scopre di più». A parlare di eros, nudo, sessualità e immaginazione è lo scrittore e divulgatore Luciano De Crescenzo il cui ultimo libro Non parlare, baciami, è dedicato proprio ai rapporti tra Amore e Filosofia. «Credo che spesso si ricorra al nudo per distogliere l’attenzione da una mancanza di contenuti: la nudità del corpo copre l’assenza di pensiero».
L’intervista su SexTelling.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , Data: 05-08-2016 09:00 AM


Lascia un Commento

*