Una notte al museo

di Stefania Romani
Ecco dieci luoghi da non perdere per una mostra in una sera d'estate.

Un concerto, un film, la presentazione di un libro, una visita guidata. Sono solo alcune delle proposte messe a punto per le sere estive dai musei. Che con l’apertura prolungata regalano anche l’opportunità di fare due passi fra i monumenti e le piazze più belle d’Italia, da vedere al chiaro di luna, sotto una luce diversa. LetteraDonna ha scelto per voi dieci destinazioni da Nord a Sud.

roveretoROVERETO
L’avveniristico Mart di Rovereto il venerdì è aperto fino alle 21, per la visita alle collezioni permanenti e alle mostre dedicate a Robert Morris e I pittori della luce. Dal Divisionismo al Futurismo. A questo si aggiungono alcune date di Mart by night, con laboratori serali per adulti, e la rassegna cinematografica sulle terrazze del Museo. E in città, fino al 18 settembre le vie, le piazze e i parchi cittadini si trasformano in un palcoscenico a cielo aperto.

Palazzo Ducale notte (1)VENEZIA
Intercettare un pubblico nuovo, che non frequenta i musei nei classici orari d’apertura, ma anche offrire un’occasione di ingresso in più agli amanti dell’arte che si trovano a Venezia. Sono gli obiettivi di Musei al chiaro di luna, iniziativa organizzata nella Serenissima: dal venerdì alla domenica il Correr e Palazzo Ducale fino alle 23 accolgono turisti e appassionati. Che all’uscita si ritrovano immersi in scorci cittadini di una bellezza straordinaria.

Cripta_Santo_SepolcroMILANO
A Milano sia il Museo del ‘900 che le esposizioni di Palazzo Reale sono aperti fino alle 22.30 il giovedì e il sabato. Ma a due passi dal Duomo, c’è una chicca, la Cripta Santo Sepolcro, da ammirare alla luce delle lanterne nelle visite guidate straordinarie. In un’ora si possono scoprirei i segreti dell’«ombelico di Milano», confrontandosi con messaggi cifrati, indovinelli, enigmi, per un escape room ambientato in una struttura medievale.

MANTOVAMANTOVA
È un gioiello del Rinascimento, che merita di essere visto sia di giorno che di notte. Ma, come Capitale della cultura italiana, Mantova fino al 18 settembre, ha una freccia in più al suo arco: Palazzo Ducale accoglie le installazioni luminose di nove artisti, come Marco Lodola, nel cortile della Cavallerizza, con uno splendido colpo d’occhio della struttura accanto alla quale svetta Castel San Giorgio.

il camposanto di notte2PISA
Chi vuole godersi fino all’ultimo la spiaggia del litorale pisano, non ha bisogno di rinunciare all’arte. Perché per tutto agosto, fino alle 22, sono aperti due monumenti simbolo di piazza dei Miracoli: la Torre, illuminata, regala la panoramica sulla città in notturna o al tramonto, mentre il Camposanto, emblema dell’architettura medievale, offre una suggestione in più, con le luci che rischiarano appena gli affreschi del Trionfo della Morte.

villaadaROMA
Nei monumenti civici della Capitale, per l’edizione numero 39 di Estate Romana, sono in calendario musica, teatro, cinema, danza, incontri, serate a misura di bambino. Il ricco cartellone coinvolge parchi, siti archeologici, musei, ville storiche, palazzi nobiliari.

giardino delle fontaneNAPOLI
Nell’ambito delle iniziative legate alla mostra archeologica Egitto Pompei, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, con Giovedì al Mann. Le arti in giardino tra mito e natura, aspetta i visitatori fino alle 23, con concerti, presentazioni di libri e visite guidate, sia alla rassegna che alle raccolte permanenti.

Warhol 003LECCE
Due passi nel cuore della città barocca per eccellenza? Magari dopo Andy Warhol Ladies vs Gentlemen e gli scatti di Maria Mulas, allestita al castello Carlo V di Lecce, che propone 72 opere del padre della Pop Art e 12 ritratti dell’artista firmati dalla fotografa. In agosto l’apertura fino alle 23 dà la possibilità di vedere sotto le stelle il maniero, superbo esempio di architettura rinascimentale, che guarda alla cultura arabo-normanna.

gfCATANZARO
Nel centro di Catanzaro, il Museo Marca in estate è aperto fino alle 21 per Giosetta Fioroni. Roma anni ’60, con una settantina di pezzi, fra tele e carte d’argento, firmate dalla protagonista della Pop art di casa nostra. Poi si può optare per una passeggiata serale al Parco delle Biodiversità, una distesa verde, da vivere fino all’una e 30, in cui si sposano natura e arte contemporanea.

Tempio dei DioscuriAGRIGENTO
Anche la Valle dei Templi di Agrigento fino al 18 settembre scommette sul fascino degli itinerari sotto i riflettori, che fanno sembrare le rovine una quinta teatrale, abbracciata da un paesaggio aspro, a tratti selvaggio, con distese di ulivi e agrumi. Nei festivi e nei prefestivi le uscite notturne fino a mezzanotte offrono un punto di vista inedito sull’antica Akragas, dalle colline con le rovine maestose del tempio dei Dioscuri, di quello della Concordia e del colonnato che circondava il luogo id culto dedicato a Ercole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*