Una regina su misura

Definire kitsch gli outfit si sua maestà britannica sarebbe un errore imperdonabile. Il motivo? Lo spiegano gli stilisti che per anni l'hanno vestita. Ecco tutti i segreti del guardaroba di Elisabetta II.

elisabetta III suoi cappelli variopinti e gli abiti dai colori sgargianti ne hanno caratterizzato il lungo regno. Un po’ come le gaffe del marito e i dissidi (sempre taciuti) con la defunta nuora Diana. Eppure, nonostante i 90 anni compiuti, sua maestà britannica Elisabetta II rimane una delle donne più alla moda del mondo. Almeno secondo gli stilisti che nel tempo si sono susseguiti a corte per vestire la testa coronata inglese. «La regina sa esattamente che cosa vuole indossare», hanno spiegato in coro al Daily Mail. Sarebbe così un grave errore etichettare con un semplice «kitsch» lo spericolato modo di vestirsi di sua maestà. Come monarca, infatti, Elisabetta sa che anche gli abiti hanno un ruolo fondamentale nell’affermare tutto quello che rappresenta per il popolo inglese. Anche per questo ogni vestito, per quanto vistoso e appariscente possa essere, deve avere determinati requisiti. Per questo la regina, nel tempo, è diventata icona di moda e del buon gusto.

A COSPETTO DI MARILYN E BRIGITTE
Lo stilista Stewart Parvin ha ricordato come nel 1956 la regina, appena 30enne,  incontrò, in occasione della proiezione di una prima cinematografica, due icone sexy e di stile dell’epoca come Marilyn Monroe e Brigitte Bardot. In quell’occasione Elisabetta II si vestì con un vestito di velluto nero che faceva intravedere le spalle. Il tutto era stato abbinato con uno splendido diadema e guanti bianchi. «Il suo outfit colpì tutti, mettendo in ombra, anche se per poco tempo, due delle stelle più lucenti del panorama cinematografico dell’epoca», ha spiegato ancora Parvin.

TUTTI SULLE SPINE
Del resto sua maestà ha sempre tenuto sulle spine gli stilisti di mezzo mondo chiamati a creare abiti adatti sia all’occasione che alla sua fisionomia. «Elisabetta II ha sempre indirizzato gli stilisti con richieste ben precise. È una donna straordinaria che sa che cosa le sta bene e cosa no. Questo però non le impedisce di rimanere al passo con i tempi», ha confermato Parvin. Dopo aver mandato i bozzetti e tessuti a Bukingam Palace, la sovrana è solita scegliere in completa autonomia dando suggerimenti su come modificare i progetti sartoriali.

GB: GIUBILEO; PER REGINA ELISABETTA II CULMINE BIENNIO MIRABILE / SPECIALECOLORI SGARGIANTI
A questo punto la domanda sorge spontanea. Perché, nonostante i tanti stilisti da cui si rifornisce, la regina d’Inghilterra sceglie colori così sgargianti per i suoi vestiti impeccabili? «L’utilizzo di colori forti serve a sua maestà per essere vista in mezzo alla folla. Essendo la sua figura minuta ha bisogno di farsi notare e scorgere», ha aggiunto Parvin. Insomma una mania che, nel tempo, l’ha portata a indossare versi smeraldi, fuxya e colori evidenziatori che hanno fatto storcere il naso a più di un europeo.

PESI NEI VESTITI
Per rendere più aderenti i vestiti creati su misura per la testa coronata britannica molti stilisti usano un piccolo trucchetto: appendere dei pesi in punti strategici dell’abito. Questo permetterebbe alla stoffa di cadere perfettamente sul minuto corpo della regina fasciandone la silhouette ancora eccellente nonostante i 90 anni compiuti ad aprile 2016.

SCARPE SU MISURA
Ma Elisabetta II è molto attenta anche nello scegliere le sue scarpe. Sino alla sua chiusura negli Anni ’90 la regina si riforniva da Rayne. Poi la regina si rivolse ad altri produttori tra cui, John Lobb. Tutte le scarpe sono fatte su misura utilizzando un modello in legno del piede regale. Un piede molto piccolo che richiede l’attento lavoro del ciabattino. Il risultato finale sono scarpe che al dettaglio possono arrivare sino a 2,500 sterline al paio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: Data: 25-07-2016 03:55 PM


Lascia un Commento

*