Santa Virginia sui cassonetti

Per sensibilizzare Roma sul tema della pulizia urbana, l'artista Katherine Krizek ha dipinto sui cestini della spazzatura il volto della neo sindaca con aureola e piumino in mano. Ma ha dovuto rispondere ad accuse di blasfemia.

raggiUn’immagine che a prima vista lascia perplessi, quella della neo sindaca della Capitale Virginia Raggi «santificata» su alcuni cestini dell’immondizia della città. In nome della pulizia urbana.
Tutto è iniziato quando l’associazione di volontari contro il degrado urbano Retake Roma ha dipinto alcuni cassonetti del quartiere  di Roma Appio Latino. I soggetti disegnati sono raffigurazioni di santi che tengono in mano utensili per la pulizia della casa. Tra questi appare anche lei, Virginia Raggi con una corona di luce e un piumino per spolverare in mano.

AUTOIRONIA, NON BALSFEMIA
Sui social sono piovute presto le polemiche, così l’artista  Katherine Krizek  attraverso l’account Facebook di Retake ha risposto a chi li accusava di blasfemia: «Non siamo blasfemi ma autoironici. Non intendevo offendere nessuno, e non credo che siano immagini offensive, anzi. Non raffigurano azioni di violenza o di oscenità. Fare pulizia è un atto umile, quotidiano, normale. Mentre dipingevo quel cestino con il soggetto della Madonna, mi veniva in mente: ‘Certo, non è un pensiero comune, ma anche la Vergine avrà pulito casa sua; avrà usato un cesto per le immondizie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , Data: 22-07-2016 05:57 PM


Lascia un Commento

*