Pag, l'isola in cui tutto è possibile

di Camilla Colombo
Spiagge, natura e sport. Ecco tutto quello che offre la splendida località croata.

isolaSpiagge, natura e musica. L’isola di Pag, a 180 chilometri da Trieste, non è solo la meta dei fan del Sonus Festival, ma è anche un’oasi di relax e divertimento per gli amanti del sole, del mare e dello sport. La città principale, Pag dal latino Pagus (villaggio), è ricca di testimonianze artistiche – la parte vecchia custodisce una roccaforte dove un tempo si lavorava il sale – buoni ristoranti e locali alla moda. Non solo musica elettronica quindi per le vacanze di fine agosto, ma anche vita balneare, enogastronomia e soprattutto paesaggi incantevoli. Perché fuori dal centro storico e oltre la famosa Zrce Beach, la spiaggia dove avvengono i dj set più importanti dell’evento, l’isola è piena di distese di sabbia incontaminate. Raggiungibile in traghetto in 15 minuti dalla costa della Dalmazia settentrionale, la nuova Capitale della movida estiva si può scoprire anche arrivando in auto da Zadar grazie a un ponte che collega la terraferma all’isola croata.

discotecaA TUTTO VOLUME
Il centro del divertimento è sicuramente Zrce Beach, la spiaggia dove il Sonus Festival ha messo radici da qualche anno. Ciottoli, ombrelloni di paglia, locali sulla riva del mare, moto d’acqua, bungee-jumping e ciambellone sono i suoi segni particolari. Dalle 16 del pomeriggio fino alle 2 del mattino la musica carica a tutto volume mentre nei bar si beve e si mangia guardando il calare del sole. Le discoteche più cool sono il Kalypso, l’Aquarius e il Papaya: affollate di giorno e di notte, sono i posti perfetti perché tutte le aspettative su Pag vengano soddisfatte e ricompensate.

lunRISERVE NATURALI
Ma l’isola offre altri 300 chilometri di litorale costiero sia roccioso sia sabbioso affacciato sul mar Adriatico. Lun, Kolnjsko Blato, Lokunja e Caska sono alcuni dei posti che si devono visitare se si trascorre più di un weekend sull’isola. Il primo è un villaggio quasi sospeso nel tempo dove ci sono gli ulivi più antichi del Mediterraneo, ben 80 mila, molti dei quali centenari. La seconda è una riserva ornitologica che ospita circa 163 specie di volatili. Lokunja invece è il posto perfetto per chi ha problemi di pelle perché questa spiaggia è composta da un fango che pare abbia effetti miracolosi sul corpo, infine Caska è una località dove fare immersioni alla scoperta delle antiche civiltà perdute: in fondo al mare pare si trovi una città romana del IV secolo che secondo la leggenda potrebbe essere l’antica Atlantide.

pagimmersioniIMMERGERSI NEI FONDALI
Pag, inoltre, può rivelarsi una scoperta inaspettata anche per chi desidera stare sempre in movimento e non impazzisce per la vita da spiaggia. Oltre a fare immersioni in bellissimi fondali, è possibile affittare canoa e kayak per raggiungere via mare i tratti di costa più suggestivi e nascosti dell’isola oppure praticare windsurf dato che l’isola è spesso battuta da forti venti che soffiano tutto il giorno. Gli amanti della montagna anche al mare devono puntare a Nord: nelle baie settentrionali si trovano numerosi tracciati per l’arrampicata e le scalate con la fune.

pagciboPESCE, DOLCI E PAŠKI SIR
Prima di cimentarvi in sport acquatici o rilanciarvi sulle piste dei locali del Sonus, non dimenticatevi di mangiare. Il prodotto tipico più apprezzato dell’isola è il formaggio di Pag, chiamato Paški sir, tra i più conosciuti della Croazia. Di capra, stagionato e a pasta dura, ha un gusto pungente che ben si accompagna al prosciutto crudo istriano seccato all’aria e tagliato in grossi pezzi. Con olive nere e verdi e cipolline, compone il piatto tipico dell’aperitivo. Per una buona cena invece si può puntare sul pesce fresco, cucinato alla griglia o marinato, sui molluschi, sui crostacei o se si preferisce la carne, sull’agnello arrostito allo spiedo. I dolci, infine, sono a base di fico secco, uvetta, mandorle e miele da gustare con la grappa locale, la Travarica, dal sapore raffinato e al gusto di erbe aromatiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Saper vivere Argomenti: , , Data: 22-07-2016 12:03 PM


Lascia un Commento

*