«Toglietele la corona»

Catalina Cifuentes, incoronata Miss Corpus Christi Latina a giugno, è stata 'detronizzata' a causa della sua fedina penale non proprio pulita. Ad accusarla sei concorrenti del concorso.

Catalina CifuentesIl ‘regno’ di Catalina Cifuentes è durato poco più di un mese. Incoronata Miss Corpus Christi Latina l’11 giugno 2016, è stata detronizzata a causa della sua fedina penale. La giovane infatti in passato è stata condannata per aggressione aggravata a mano armata e guida in stato d’ebrezza: diciamocelo, non proprio un curriculum adatto a una reginetta di bellezza. Il concorso, molto famoso in Texas, ha portato fortuna ad alcune delle vincitrici del passato. Spicca, tra gli altri, il nome di Eva Longoria.

IL RICORSO DA 100 MILA DOLLARI
Sei concorrenti del concorso hanno presentato un ricorso da 100 mila dollari contro l’organizzazione, portando alla luce il passato non troppo glorioso di Catalina. Oltre a rivelare i reati, le ragazze hanno fatto presente che la giovane ha anche alle spalle un matrimonio: il regolamento vieta espressamente la partecipazione alle donne sposate. «Cifuentes non ha le credenziali appropriate per il titolo» ha spiegato Acirema Alayeto, presidente e fondatore dell’organizzazione Miss America Latina.

«SONO ANCORA IO LA VINCITRICE»
«L’organizzazione conosceva il mio passato. Credo che abbiamo tutti diritto a una seconda possibilità, dopo aver commesso un errore,. Non mi sento una reginetta di bellezza, ma un esempio per tutte quelle persone che hanno superato momenti difficili», ha affermato in sua difesa la ragazza. E ha aggiunto: «Ai miei occhi ciò che è accaduto in passato non definisce ciò che sono. Sono ancora io la vincitrice del concorso Queen of Corpus Christi».

LA CORONA VA ALLA SECONDA CLASSIFICATA
Perché Catalina è stata ammessa al concorso se non rispettava le linee guida? Ma soprattutto perché le è stato assegnato il titolo di reginetta? Non sarà tutta una trovata pubblicitaria? Acirema Alayeto, fondatore di Miss America Latina, è intervenuto a favore della decisione dei giudici di assegnare la corona a Cifuentes: «Solo perché si ha un passato burrascoso non vuol dire che non dovete provare a realizzare i vostri obiettivi. Catalina ha lavorato molto duramente e ha vinto onestamente», ha affermato. E ha poi aggiunto che se fosse stato per lui non l’avrebbe squalificata. Il titolo della reginetta detronizzata è stato infine assegnato alla seconda classificata, Valeria Barrera che, udite udite, era proprio una delle sei ragazze che hanno presentato ricorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*