«I cani sono impuri»

Un gruppo di musulmani di Manchester ha lanciato una campagna per vietare la presenza degli animali nei luoghi pubblici. Il motivo? Sarebbero portatori di impurità per la comunità islamica.

Il cane è il miglior amico dell’uomo, o almeno così si dice. Evidentemente non la pensa così un gruppo di musulmani della città di Manchester che ha deciso di promuovere un’iniziativa per proibire ai nostri amici a quattro zampe di vivere serenamente insieme a loro per le strade della città. La campagna è stata lanciata attraverso la distribuzione di un numero spropositato di volantini in giro per la città del Regno Unito. Sopratutto nei quartieri a maggioranza musulmana.

I CANI INTACCANO LA NOSTRA PUREZZA
Il volantino ribadisce bene il punto di vista dei promotori: «Questa zona è sede di una grande comunità musulmana. Si prega di avere rispetto per noi e per i nostri figli e di limitare la presenza di cani nella sfera pubblica. Manteniamo la purezza dello spazio pubblico dove vivono i musulmani: tutto deve rimanere incontaminato e senza macchia».

NON TUTTI I MUSULMANI ODIANO I CANI
L’iniziativa ha ovviamente sollevato molte polemiche, anche in seno alla stessa comunità islamica. Come quella di Fayyaz Ali, uomo musulmano di 39 anni residente a Manchester da tempo, che si è dissociato da questo movimento: «Credo che questo volantino non si possa prendere seriamente. Sono un musulmano e la legge islamica dice che se si vive in un Paese non musulmano, come l’Inghilterra, bisogna rispettare la legge di quella terra. La legge islamica non si deve applicare in nessun altro paese. I miei genitori ad esempio sono del Pakistan: se ho dei problemi a vivere qui sarebbe meglio che tornassi in Pakistan, ma non è così».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , Data: 14-07-2016 07:20 PM


Lascia un Commento

*