La donna che sfidò la polizia

A Baton Rouge, durante una protesta contro la violenza razzista, la 28enne Ieshia Evans ha affrontato pacificamente, immobile e senza opporre resistenza, una fila di uomini armati.

Ieshia EvansUna donna a braccia incrociate in piedi (e con atteggiamento pacifico) davanti a una fila di poliziotti armati. È lo scatto che, negli ultimi giorni, sta facendo il giro del web.

LA MANIFESTAZIONE
Lei è un’infermiera 28enne di New York, Ieshia Evans. Secondo Natasha Haynes, un’amica della donna, Ieshia si trovava a Baton Rouge e stava partecipando a una protesta in seguito alla morte di Alton Sterling, un ambulante afroamericano ucciso dalla polizia in Louisiana. La Evans era lì perché «desidera un futuro migliore per il figlio di cinque anni», ha affermato la Haynes.

IN CELLA PER 24 ORE
La donna è stata portata in cella, ma ha assicurato che poi lì dentro è stata trattata bene. Rilasciata dopo 24 ore di detenzione, ha dichiarato: «Gloria a Dio! È opera sua se sono viva e se non ho visto direttamente persone ferite».

IL FOTOGRAFO
Secondo quanto riportato dall’Atlantic, l’immagine è stata scattata dal fotografo freelance di New Orleans Jonathan Bachman per Reuters, presente alla manifestazione. «È successo tutto in fretta, ma lei non sembrava avere intenzione di muoversi», ha detto. E ha aggiunto: «Non è stato molto violento. Lei non ha detto nulla, non ha opposto resistenza, e la polizia non l’ha trascinata via».

PROTESTA NON VIOLENTA
Insieme alla Evans sono state arrestate circa altre 100 persone, tra cui l’attivista del movimento Black Lives Matter DeRay McKesson, messo in ginocchio e ammanettato. Tutti sono stati fermati per ‘ostruzione della strada’, e la maggior parte ha manifestato in modo pacifico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , Data: 11-07-2016 02:22 PM


Lascia un Commento

*