Gli Oscar diventano black & white

Dopo le accuse di razzismo, l'Academy ha deciso di aumentare il numero di votanti di colore. Tra le fila della nuova giuria anche ispanici e asiatici oltre che tante donne.

Lanciato sui social a inizio inverno 2016 per sottolineare che, per il secondo anno consecutivo, i candidati agli Oscar nelle quattro categorie degli attori erano tutti bianchi, l’hashtag #OscarsSoWhite sembra aver dato i suoi frutti. L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha infatti invitato 683 persone del mondo del cinema a diventare membri della giuria che assegna la più ambita statuetta della settima arte. Un numero record che segna anche una svolta epocale dato che per la prima volta il 46% dei giurati è di sesso femminile, mentre il 41% è di colore.
Nel corso della campagna in molti si erano lamentati dell’assenza di attori di origine asiatica, latinoamericana e africana. Da qui la decisione di alcuni grandi nomi dello spettacolo, come Jada Pinkett Smith e Spike Lee, di disertare la notte degli Oscar. Un vero e proprio polverone che ha portato l’Academy a fare un passo indietro e a promettere di raddoppiare «la presenza delle donne e delle minoranze tra i membri della giuria». Promessa mantenuta dato che tra i prossimi giurati sono pronti a dire la loro anche Emma Watson e Idris Elba, Freida Pinto e Michael B. Jordan. Ecco alcuni dei nuovi volti dell’Academy of Motion Pictures Arts.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , Data: 01-07-2016 01:48 PM


Lascia un Commento

*