Non mutilate la vagina (di carta)

La campagna No More Cutting, ideata da Mandy Smith insieme a un gruppo di creativi, vuole sensibilizzare le donne sul tema dell'infibulazione. E lo fa in un modo davvero originale.

no-more-cuttingVagine di carta per dire no alla mutilazione genitale femminile. Questo il messaggio lanciato dagli organizzatori della campagna No More Cutting che ha l’obiettivo di educare le donne alla diversità della forma femminile. Anche perché secondo le Nazioni Unite circa 200 milioni di donne nel mondo sono soggette a questa pratica brutale. Il tutto contro la loro volontà. Solo in Inghilterra, fra gennaio e marzo 2016, sono stati registrati 1200 nuovi casi di mutilazione genitale.
La rimozione parziale o totale dei genitali, resa illegale in Inghilterra nel 1985, non ha alcun fondamento religioso. Anzi è un grave danno alle donne che in questo modo vengono private della possibilità di provare piacere durante un rapporto sessuale.

DA CHI NASCE
L’idea di creare vagine, di ogni forma e misura, con la carta è nata da Mandy Smith, a capo del Papersmith Studio di Amsterdam, in collaborazione con l’artista Oksana Valentelis, la fotografa Kyla Elaine e l’azienda di produzione interattiva Random Studio. Ogni pezzo che compone la collezione è stato modellato su una vagina vera e realizzato con la carta, a simboleggiare la sua fragilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , Data: 30-06-2016 03:01 PM


Lascia un Commento

*