Torino, assessora nel mirino

Polemiche per la nomina di Federica Patti, che nel 2012 per risparmiare sulla retta del nido non aveva dichiarato la convivenza con il compagno. Ecco chi è la donna scelta da Chiara Appendino nella sua giunta.
Chiara Appendino con le assessore Paola Pisano (Innovazione) e Federica Patti (Istruzione, a destra).

Chiara Appendino con le assessore Paola Pisano (Innovazione) e Federica Patti (Istruzione, a destra).

Non c’è pace per le nuove sindache a cinque stelle. Se a Roma Virginia Raggi deve già affrontare i casi Frongia e Marra, a Torino Chiara Appendino è alle prese con le accuse nei confronti di Federica Patti, assessora in pectore all’Istruzione della sua giunta, che nel 2012 era stata condannata dal giudice di pace a pagare la differenza delle rette per l’asilo nido dei figli, perché al momento dell’iscrizione non aveva dichiarato la convivenza con il proprio compagno. A causa di un’errata compilazione del modello Isee, Federica Patti, aveva infatti potuto pagare meno del dovuto, sulla base di un nucleo famigliare non corrispondente a quello reale.

HA AMMESSO L’ERRORE
Secondo le opposizioni e in particolare per Stefano Esposito del Pd, la futura assessora non sarebbe in linea con valori come legalità e onestà, sbandierati dai grillini in campagna elettorale: «Ciò che amareggia è che si sia mentito su una questione delicata come quella degli asili nido e ciò rivela la bassezza del comportamento della nuova assessora». In risposta il portavoce di Chiara Appendino, Luca Pasquaretta, ha dichiarato: «Perché esce questa cosa? Semplicemente perché è stata inviata una lettera anonima ad un sito web di Torino. Si tratta di una multa e di una storia vecchia che risale al 2012. Non si possono rovinare le persone per una multa, per giunta regolarmente pagata». La stessa Patti ha ammesso l’errore, a cui ha poi rimediato: «La mia situazione non mi permetteva di cumulare i due redditi. Era un periodo difficile della mia vita, ho provato a spiegare in tutte le sedi le mie ragioni. Mi hanno dato torto e ho pagato». Insomma, tutto si dovrebbe risolvere in una bolla di sapone, come ha infine dichiarato la neosindaca Appendino: «Non c’è alcuna polemica, Federica Patti fa parte della giunta e sono orgogliosa di lei come assessore. Sarà nella mia squadra».

Federica Patti.

Federica Patti.

DOTTORE AL POLITECNICO
Federica Patti, classe 1974, è architetto e dottore di ricerca in Storia dell’Architettura e dell’Urbanistica al Politecnico di Torino. Dal 2004 ha aperto a Torino il suo studio professionale ed è autrice di realizzazioni nel campo dell’architettura degli interni che sono state esposte anche in manifestazioni internazionali. Al momento insegna nella scuola statale secondaria di primo grado, mentre in passato lo ha fatto al Politecnico di Torino. Autrice di diverse pubblicazioni su Il Giornale dell’Architettura e Exponet. Federica Patti è inoltre presidente del Coogen, il coordinamento dei genitori di Torino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , Data: 30-06-2016 02:24 PM


Lascia un Commento

*