Quelli che sono fieri di essere etero

Tra reazioni sdegnate e ironiche, su Twitter è spopola l'hashtag #HeterosexualPrideDay.

Come San Faustino è diventato patrono dei single perché viene dopo San Valentino, protettore degli innamorati, allo stesso modo all’indomani della giornata dedicata all’orgoglio gay su Twitter è diventato di tendenza l’hashtag #HeterosexualPrideDay, come se il 29 giugno fosse il giorno in cui rivendicare con orgoglio la propria eterosessualità. Sarà che la lotta per i diritti è una cosa seria e non ancora terminata, ma l’hashtag non è andato giù a molti degli utenti del social network, che lo hanno commentato tra sdegno e ironia un po’ amara. Perché il Gay Pride non è tanto l’occasione per affermare la propria omosessualità, quanto il diritto all’uguaglianza. Problema che certo gli etero non hanno. Tuttavia, usando l’hashtag è stato fatto il gioco di chi lo ha lanciato, perché così #HeterosexualPrideDay è diventato ancora più di tendenza.

 

Ad esempio, l’utente Myna gioia ha commentato con sarcasmo: «Ho passato anni a desiderare di essere etero, ora ringrazio di non esserlo».  

Sì ai ‘Pride’, a patto che siano per una giusta causa. È il pensiero di Bey da flawless, che lo esprime con ironia: «Domani mi sveglio e trovo#AscellePuzzolentiPrideDay. Spiegatemi il vostro disagio».  

«Ho tanti amici etero ma trovo che sia disdicevole che sfilino baciandosi in pubblico davanti ai bambini ecco!», scrive invece CenerAntolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: Data: 29-06-2016 02:27 PM


Lascia un Commento

*