Tumore al seno? Niente adozione

Questa la sentenza del Tribunale dei minori di Torino che ha proibito a una donna 42enne di diventare mamma perché malata di cancro. La sentenza ha ribaltato anche la relazione dell'Asl che giudicava l'impiegata idonea.

Tribunale dei minori«Hai il cancro, quindi non puoi diventare mamma». Questo in sintesi quanto si è sentita dire una donna di 42 anni dal Tribunale dei minori di Torino che le ha negato l’adozione. «Le condizioni di salute non sono compatibili con l’accoglienza di un bambino», ha spiegato nelle motivazioni il giudice. Eppure la donna aveva superato insieme al marito tutto l’iter che la procedura di adozione prevede per una coppia. A infrangere il sogno della coppia a un passo dal suo coronamento è stata una ricaduta di quel cancro al seno che l’aveva colpita quando aveva solo 29 anni. Proprio a causa di quel tumore, che da quattro anni sembrava spartio, e delle terapie per sconfiggerlo la donna era rimasta sterile.

LA REAZIONE
«Quante madri malate di cancro accudiscono i loro figli?», si è sfogata dopo la sentenza la donna. Una reazione avvalorata anche dalla precedente relazione dell’Asl che giudicava l’impiegata «fisicamente idonea in quanto la patologia stabile consente le funzioni educative verso la prole». Eppure quella ricaduta con conseguente riacutizzarsi della malattia ha spinto i giudici del Tribunale torinese a bocciare la richiesta della coppia. Un duro colpo per la donna che, con questa sentenza, ha perso il diritto di diventare madre per la seconda volta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: , , Data: 29-06-2016 02:11 PM


Lascia un Commento

*