Brexit, i vip si schierano

di Matteo Innocenti
Vince il fronte del leave. Ecco come si sono schierate le celebrità inglesi. Il fronte del 'Remain' ha schierato David Beckham, Elton John e Jude Law. Tra i favorevoli all'uscita dall'Ue Michael Caine e, forse, la Regina Elisabetta.

regina sun brexitÈ successo. Il popolo del Regno Unito ha detto sì alla Brexit. I risultati, arrivati all’alba di venerdì 24 giugno, parlano chiaro: il 51,9% degli inglesi si è espresso a favore del leave, contro il 48,1% del remain. Un risultato che ribalta anche gli ultimissimi sondaggi, dove il fronte del remain sembrava avere un vantaggio rassicurante, con il 53% dei britannici favorevoli (leggi qui l’intervista a Lazzaro Pietragnoli, mayor di Camden). Come si erano schierati i vip? Ecco gli endorsement eccellenti, su entrambi i fronti.

vip remainIL FRONTE DEL REMAIN
Schierati per il ‘no’, e dunque a favore della permanenza del Regno Unito nell’Unione Europea ci sono il premier David Cameron e il fondatore dell’impero Virgin, Richard Branson, ma anche i coniugi Beckham: «Viviamo in un mondo vibrante e connesso in cui, insieme come popolo, siamo forti. Per i nostri figli e i loro figli dovremo affrontare i problemi del mondo insieme e non da soli», hanno fatto sapere David e Victoria. J.K. Rowling, la scrittrice della saga di Harry Potter, ha invece paragonato il fronte del ‘sì’ a Lord Voldemort, il cattivo nemico del famoso maghetto. L’attrice Emma Thompson ha messo in guardia così i suoi connazionali: «Mi sento più europea che britannica, il Regno Unito rischia di tornare un’isola grigia piena di tristezza», stesso pensiero espresso dalla collega Helena Bonham Carter, che si è detta orgogliosa di essere sia britannica che europea. Giocando sul ‘fattore-isola’, Simon Cowell di X Factor ha poi scherzato: «Non credo che vogliate restare da soli su un’isoletta». Contro la Brexit si sono inoltre schierati lo storico conduttore di Top Gear Jeremy Clarkson e scienziati come Paul Higgs e Stephen Hawking, secondo cui sarebbe un «disastro per la scienza britannica». Sintetico poi Elton John, che ha usato Instagram per esprimere il suo pensiero: «Costruire ponti, non muri. Voterò per restare in Europa». La lista delle celebrità schierate per il ‘no’ è molto lunga: basti pensare che sul Telegraph è stata pubblicata una lettera con firmatari ben 280 vip, tra cui attori come Jude Law, Keira Knightley e Benedict Cumberbatch.

vip leaveIL FRONTE DEL LEAVE
Meno nutrito il fronte del ‘sì’, almeno a celebrità. Tra i politici che sognano un Regno Unito fuori dall’Unione Europea c’è l’ex sindaco conservatore di Londra, Boris Johnson. A fianco a lui il patron della Formula Uno Bernie Ecclestone e, soprattutto, l’attore Michael Caine, uno dei più accaniti sostenitori del ‘Leave’: «Il Regno Unito non può prendere gli ordini da migliaia di burocrati anonimi». Se su Twitter l’attrice Joan Collins ha postato delle Union Jack e dei pollici alzati, scrivendo poi semplicemente «Brexit», la collega Elizabeth Hurley ha spiegato quali sarebbero i pro dell’uscita dall’Europa, almeno nell’immediato: «Se significa poter tornare a usare lampadine decenti e a scegliere asciugacapelli e aspirapolvere ad alta potenza se solo lo vogliamo, allora sono certamente per la Brexit». Favorevoli a lasciare l’Ue anche Michael Dobbs, autore dei romanzi che hanno ispirato la serie House of Cards, e Julian Fellowes, creatore di Downton Abbey. Ma, così si dice, soprattutto la Regina Elisabetta, che secondo il biografo Robert Lacey e il Sun avrebbe detto ai commensali durante una cena: «Datemi tre buoni motivi per cui la Gran Bretagna dovrebbe essere parte dell’Europa». Ancora incerto, invece, il grande Paul McCartney.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: Data: 21-06-2016 07:35 PM


Lascia un Commento

*