Come ti scelgo l'ambasciatrice Onu

La nuova star a prestare il proprio appoggio alle Nazioni Unite è Anne Hathaway. Miren Bengoa presidente del Comitato UN Women Francia, ha spiegato a Le Figaro i criteri di selezione.

Anne HathawayLa Fondazione delle Nazioni Unite ha nominato Anne Hathaway ambasciatrice di buona volontà per il suo impegno a favore delle donne e madri che lavorano e, nello stesso tempo, si occupano della famiglia. «La nomina di Anne arriva al momento giusto poiché quest’anno UN Women sta spingendo duramente per favorire mentalità più positive e accordi concreti sui posti di lavoro, che costruiscano e supportino l’uguaglianza», ha affermato il direttore esecutivo di UN Women Phumzile Mlambo-Ngcuka.

I CRITERI
Ma quali sono i criteri indispensabili per essere nominate ambasciatrici? Nel 2014 Le Figaro ha intervistato sul tema la presidente del Comitato UN Women Francia, Miren Bengoa, che ha spiegato al quotidiano francese come passare il ‘test’.

MAI PERSONAGGI DELLA POLITICA
Innanzitutto, le persone selezionate, devono appartenere mondo dell’arte o dello sport, mai della politica, per una questione di ‘neutralità’. Inoltre, pur non essendo indispensabile essersi già impegnate in una qualche causa precedentemente, è necessario dimostrare la propria integrità. In generale, le Nazioni Unite fanno le loro indagini sulla moralità e la reputazione della persona ‘selezionata’.

ISPIRAZIONE PER I GIOVANI
Nel 2014 la scelta era caduta sulla giovanissima Emma Watson. «Un segnale forte», secondo la Bengoa. «È molto conosciuta dai ragazzi e l’ONU Women voleva colpire quel bersaglio, per mobilitare i giovani a impegnarsi nell’uguaglianza tra sessi».

MANTENERE UN APPROCCIO SELETTIVO
Le personalità un po’ particolari, come Miley Cyrus, non potrebbero ‘funzionare’, perché hanno un impatto mediatico «a doppio taglio». Bisogna restare selettivi sui criteri morali e sull’integrità, capire se la persona può «promuovere dell’uguaglianza, della tolleranza e dei diritti umani».

ANCHE LE PERSONALITÀ ECCENTRICHE
Ma, ha sottolineato al presidente, non bisogna per forza essere ‘saggi’: «alcune personalità eccentriche portano alta la bandiera dell’Onu perché sono prima di tutto persone coerenti nelle loro parole e nelle loro azioni. Devono essere dei modelli, dei riferimenti da seguire dai giovani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , Data: 16-06-2016 06:13 PM


Lascia un Commento

*