«Sono troppo grassa per la moda low cost?»

Ruth Clemeens, 25enne britannica, non avendo trovato una 48 da H&M, ha postato un selfie con un commento di protesta sulla pagina Facebook del brand. «Perché fate taglie non veritiere?».

hem
Se siete a fare acquisti in un negozio di una grande catena e, nonostante non siate in sovrappeso, non trovate la taglia giusta per voi, avete due opzioni: potete abbandonare lo shopping e andare a casa di pessimo umore, oppure sfogarvi sui profili social della casa di moda in questione.
Ruth Clemens, 25enne britannica, ha scelto la seconda. Si trovava in un punto vendita H&M quando, provandosi un paio di jeans della sua solita taglia, si è resa conto che non avrebbe mai potuti acquistarli perché non le si chiudevano. Così si è scattata un selfie e ha pubblicato un commento di protesta sulla pagina Facebook dell’azienda.

LE SCUSE DEL BRAND
«Cara H&M sono una taglia 44, occasionalmente una 48, così ho deciso di provare i pantaloni della taglia più grande, sicura che sarebbero entrati, invece non è stato così», ha scritto la ragazza. «Non sono sovrappeso, non sono particolarmente alta o bassa e la mia corporatura è media. Perché stai facendo taglie non veritiere? Sono troppo grassa per la moda low cost?».
Sotto alla foto è arrivata la replica di H&M che ha commentato il messaggio con un chiarimento, assicurando che avrebbe preso provvedimenti in merito: «Siamo spiacenti per la tua esperienza negativa, il nostro interesse è far trascorrere momenti piacevoli a tutti i nostri clienti. Facciamo abibgliamento per ogni corporatura, ma le taglie possono variare a seconda del modello e del tessuto. Apprezziamo la segnalazione e provvederemo a risolvere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: , , Data: 16-06-2016 05:47 PM


Lascia un Commento

*