45 anni di Hard Rock Cafe

Il primo locale tematico è stato aperto a Londra nel 1971. Oggi ne esistono oltre 170 in tutto il mondo, di cui tre in Italia. Cinque curiosità da sapere sulla famosa catena.

insegnaL’Hard Rock Cafe compie 45 anni. Il primo ristorante tematico di quella che oggi è una famosissima catena fu inaugurato il 14 giugno del 1971 a Londra. L’Hard Rock Cafe ebbe sin da subito un enorme successo anche grazie alle star della musica dell’epoca che, frequentando il locale, iniziarono a regalavano foto, autografi e persino strumenti musicali, che da sempre riempiono le pareti dei ‘cafè’. Oggi ne esistono oltre 170, sparsi in tutto il mondo: in Italia ce ne sono tre, a Roma, Venezia e Firenze. Ecco cinque curiosità sulla catena più rock che ci sia.

primo negozioDALLE ROLLS-ROYCE ALL’HARD ROCK
Il 14 giugno 1971, il primo Hard Rock Cafe fu aperto da Isaac Tigrett e Peter Morton, statunitensi ‘espatriati’ che volevano avere un locale in cui poter mangiare mexican burger di qualità. I due affittarono per sei mesi uno spazio che in precedenza era un concessionario Rolls-Royce: un tipo di automobili che, guarda caso, solo le rockstar di successo possono permettersi.

IL LOGO FAMOSO IN TUTTO IL MONDO
Lo slogan ‘Love All, Serve All’ e il logo dell’Hard Rock Cafe sono famosi in tutto il mondo, complici le t-shirt vendute nei locali, souvenir molto ambiti. Lo slogan nacque in contrapposizione a quanto facevano i ristoranti dell’epoca, che si riservavano il diritto di rifiutare il servizio a chiunque. A disegnare il logo fu Alan Aldridge, artista che aveva lavorato con i Beatles ed Elton John, che si ispirò al vecchio marchio della Chevrolet.

Paul McCartneyIL PRIMO CONCERTO DI PAUL MCCARTNEY
I locali della catena oggi ospitano di frequente concerti, ma nei primi due anni non fu così: tutto è cambiato nel 1973, quando Paul McCartney e i suoi Wings organizzarono uno show a sorpresa a Londra come ‘antipasto’ dell’imminente tour nel Regno Unito.

claptonleadii-2LA COLLEZIONE INIZIATA CON CLAPTON
Eric Clapton è stato uno dei primi clienti vip dell’Hard Rock Cafe. È stato lui a regalare la prima chitarra al locale: chiese infatti a Tigrett se poteva appenderla al muro, così da segnare il posto dove si sedeva ogni volta. Qualche giorno dopo, il chitarrista degli Who Pete Townshend tornò nel locale e decise di fare lo stesso, perché il suo strumento, scrisse in una nota, era migliore di quello di Clapton. La collezione di memorabilia è iniziata così e oggi conta circa 74 mila pezzi.

I PROPRIETARI SONO NATIVI
La proprietà dell’Hard Rock Cafe è americana. Per la precisione nativa americana. La celebre catena nel 2006 è stata infatti acquisita dalla tribù dei Seminole con un accordo da965 milioni di dollari. Da dove arrivavano tanti soldi? I Seminole nel 1979 avevano aperto la prima sala bingo e casinò in terra indiana, dando il via a quella che sarebbe diventata un’industria multimilionaria per le tribù sul suolo statunitense.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: Data: 14-06-2016 07:38 PM


Lascia un Commento

*