L'ultimo ballo di Brenda

La donna era andata a divertirsi al Pulse insieme a suo figlio Isaiah. Quando Omar Mateen ha fatto irruzione nel locale e ha cominciato a sparare, lei ha gridato al figlio di abbassarsi e lo ha protetto col suo corpo.

Brenda McCoolSi era recata al Pulse con il figlio omosessuale per passare una serata diversa dal solito. Ma Brenda Lee Marquez McCool, 49 anni e madre di 11 figli, non è più tornata a casa. Ad assassinarla mentre stava ballando insieme al suo Isaiah Henderson è stato Omar Mateen, il killer di Orlando.

TERRORE AL PULSE
«Brenda ha visto che l’attentatore stava puntando l’arma verso di loro e ha gridato al figlio di abbassarsi, poi l’ha protetto col suo corpo», ha raccontato la cognata Ada Pressley. Poi il killer ha aperto il fuoco colpendo nella massa anche lei. «È stata uccisa. Ecco quanto amava i suoi figli», ha aggiunto. Grazie a quel gesto di disperato coraggio Isaiah si è salvato e oggi scrive sul suo profilo Facebook: «Solo 24 ore fa ero con mia madre. È così surreale. Ti amo, mamma».

SOPRAVVISSUTA AL CANCRO
Nata a Flatbush (New York), si era trasferita da poco a Orlando insieme ai suoi figli. Voleva ripartire da quella città, dopo essere sopravvissuta due volte al cancro. Lo voleva fare soprattutto per i suoi ‘bambini’ che aveva allevato da sola senza l’aiuto del padre. «Era una donna coraggiosa. Per tutto il giorno e per tutta la notte abbiamo sperato che, in qualche modo, fosse riuscita a salvarsi, che fosse in ospedale», ha aggiunto la cognata. Poi, a quasi 48 ore dalla strage, la cruda verità: «Abbiamo saputo che le hanno sparato almeno due volte».

LA RACCOLTA FONDI
Dopo la tragica notizia Farrell Marshall, il suo quinto figlio, ha subito lanciato una campagna di raccolta fondi su GoFundMe per racimolare abbastanza soldi per pagare il funerale alla madre. «Quello che è successo ha cambiato la vita di molte persone. Quello che chiedo sono le preghiere e un aiuto per i miei fratelli e per me. Lei sarà sempre nei nostri cuori. Ti amo davvero tanto, mamma».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: Data: 14-06-2016 01:51 PM


Lascia un Commento

*