La difficile arte del tête-à-tête

Collezionate serie infinite di primi appuntamenti senza mai concludere nulla? Forse sbagliate strategia. Ecco dieci consigli dove vi spieghiamo quali errori non dovete assolutamente commettere.

appuntamentoDopo decine e decine di swipe su Tinder sembra che abbiate trovato quello giusto. Organizzate un appuntamento, vi vedete e… poi non se ne fa nulla. Com’è possibile? Come ha osato, lui, mettere in discussione le vostre femminee arti di seduzione lasciandovi lì con un palmo di naso? Fermo restando che, ahinoi, gli uomini sono creature sempre più complicate e imprevedibili, è probabile che anche voi abbiate commesso qualche errore. Per evitarvi altre brutte sorprese, ecco qui i dieci consigli che l’esperta di relazioni Michelle Lewis ha stilato per il Daily Mail. Chissà che non possano ribaltare l’esito dei vostri appuntamenti.

IO, IO, IO
Cominciare un appuntamento parlando solo di voi, come se foste i migliori venditori di voi stessi, non è la migliore delle strategie. Vi fa apparire egocentrici, mentre il miglior modo per stabilire un legame con l’altro è mostrare interesse nei suoi confronti.

L’OCCHIO CHE TUTTO VEDE
D’accordo, lo fanno tutti, ma ammettere di aver schedato il vostro ‘uscente’ rischia comunque di farvi passare per stalker psicopatiche e ossessionate dal controllo. Fatelo, ma non ditelo. E attente ai like accidentali, specie su post vecchi di tre anni.

RISPOSTA MULTIPLA
Cercate di dar vita a una conversazione naturale e armoniosa, per quanto possibile. Se vedete che l’intesa non carbura, non ha senso cercare di costruirla infilando una sequela di domande in serie che fanno tanto colloquio di lavoro.
Viva la parità dei sessi, certo. Ma lasciate che sia lui a pagare, perché ai maschietti, ogni tanto, piace ancora sentirsi tali. Volete offrire voi a tutti i costi? Libere di farlo, ma è un rischio. Lui potrebbe amarvi. O odiarvi. Scegliete voi quale delle due opzioni è peggio.

TESE AL PUNTO GIUSTO
Siete nervose? Normale. Probabilmente lo è anche l’altro. E, se non lo foste, vorrebbe dire che in realtà non ve ne frega assolutamente nulla e siete ormai ciniche, annoiate e consumate dalla vita. Dunque, accogliete la tensione e non cercate di frenarla: entro certi limiti, lo stress è positivo (non solo in campo amoroso) e può regalarvi una performance migliore.

ORECCHIE BEN APERTE
Prestate attenzione a quello che dice l’altra persona. Se siete attente, riuscirete a capire su quali argomenti non ama soffermarsi. Inoltre, eviterete di porre una domanda su qualcosa che ha già detto. Poche cose danno più fastidio della sensazione di non essere davvero ascoltati.

L’IMPEGNO? DOPO
Politica e religione sono due argomenti sensibili. Troppo, per affrontarli in un primo appuntamento. Ricordate: gli uomini parlano di argomenti ‘alti’ solo quando sono ubriachi, altrimenti preferiscono tenere la conversazione su temi leggeri.

CENSURA
Il sesso è un altro argomento tabu. Raccontando le vostre precedenti performance, mettete implicitamente il vostro forse-futuro-lui in competizione con i vostri vecchi partner. Il risultato? Lui si sentirà sotto pressione. E, tra la sfida e la fuga, probabilmente sceglierà la fuga.

(NON) ALZATE IL GOMITO
Bevete, se volete, ma senza esagerare. Brille sì, riverse sulla toilette a vomitare l’anima no. Sembra ovvio, ma a volte qualcuno se lo dimentica.

SÌ, NO, FORSE…
Non fate passare messaggi contraddittori. Gli uomini tendono a concentrarsi in prima battuta sull’aspetto esteriore, e solo in seguito cominceranno a meditare sulla possibilità di una relazione più approfondita. Quindi, dite subito quel che volete. O, alla fine, la faccenda diventerà imbarazzante, se non addirittura spiacevole, per entrambi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , Data: 13-06-2016 11:51 AM


Lascia un Commento

*