Libero capezzolo in libero Stato

A Brighton, uomini e donne hanno protestato contro la 'sessualizzazione' del seno.

free the nipple Centinaia di persone si sono riunite in topless sulla spiaggia di Brighton per la campagna Free the Nipple (libero capezzolo), iniziativa volta a ‘normalizzare’ la visione che la società ha del seno femminile. L’evento è stato organizzato dall’attrice comica Samantha Pressdee, 33 anni, che ha messo in scena  suo ‘one woman’ show sulla nudità e sulla sessualità.

LA POLEMICA
La polemica era soprattutto relativa alle restrizioni imposte dai social media (come Facebook e Instagram), che non consentono la pubblicazione di immagini che ritraggono integralmente le mammelle. «Mi sono unita alla campagna per sfidare il modo in cui i seni delle donne vengono percepiti. Sono stati sessualizzati ed è l’idea contro cui si scaglia questa marcia», ha affermato la Pressdee, nota, tra l’altro, per l’abitudine ad eseguire i suoi spettacoli in topless.

UNA PROTESTA PACIFICA
Una protesta del tutto pacifica. «È stato molto bello, mi sono sentito orgoglioso, non c’era negatività, aggressività, abbiamo sorriso insieme e ci siamo dati sostegno a vicenda», ha dichiarato uno dei partecipanti alla manifestazione. L’evento si è svolto infatti in totale armonia: i presenti hanno marciato lungo la East Sussex, per poi fermarsi a Brighton dove hanno nuotato, suonato, e cantato. Tutti, rigorosamente, a petto nudo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , Data: 09-06-2016 06:10 PM


Lascia un Commento

*