La delfina della Camusso

Serena Sorrentino è il nuovo numero uno della Funzione Pubblica Cgil. La sua storia parte dalla periferia di Napoli per incrociarsi con quella del segretario generale del sindacato che ne ha appoggiato la candidatura.

serena sorrentinoÈ Serena Sorrentino il nuova segretario generale della Funzione Pubblica Cgil. Il suo nome è emerso al termine di una due giorni di Assemblea generale in cui la categoria dei servizi pubblici della Cgil l’ha eletta a grandissima maggioranza con il 95% dei voti favorevoli, il 3% di contrari e il 2% di astenuti. Un successo che fa gioire soprattuto il segretario generale del sindacato Susanna Camusso che ne ha appoggiato sin da subito la candidatura. La Sorrentino ora è attesa dal difficile compito di raccogliere l’eredità di Rossana Dettori che ha lasciato martedì 7 giugno l’incarico dopo sei anni alla guida della Fp Cgil.

GIOVANE POLITICA
Classe 1978, Serena Sorrentino ha cominciato la sua esperienza politica sin da giovanissima. E lo ha fatto partendo dalla provincia nord di Napoli da dove arriva e di cui conosceva e conosce pregi e difetti. Eletta sin dal primo anno rappresentante degli studenti del liceo campano che frequentava, ha passato parte della sua adolescenza a denunciare le condizioni di disagio in cui vivono i giovani delle periferie. Lotte e vertenze ne hanno così forgiato il carattere combattivo e battagliero che, nel tempo, l’ha portata a ritagliarsi un ruolo di primo piano anche negli ambienti sindacali.

ALLA CGIL
Nel 1994 è stata così tra i fondatori del sindacato degli studenti medi. Ma è il 2002 a segnare l’anno di svolta della Sorrentino con il passaggio dal sindacato universitario alla Cgil entrando nella segreteria della Camera del Lavoro di Napoli a soli 23 anni. Una vera e propria scalata al successo che le ha permesso di essere la più giovane segretaria confederale della storia della Cgil di Napoli. L’approdo alla Cgil Nazionale è arrivata invece nel gennaio del 2010. Qui Serena ha iniziato a occuparsi delle politiche di pari opportunità in qualità di Responsabile Nazionale, mentre a giugno dello stesso anno è stata eletta in segreteria nazionale dove si è a lungo occupata di Mezzogiorno e politiche di coesione, di mercato del lavoro, istruzione, formazione e ricerca, di politiche della legalità e sicurezza, di politiche abitative.

SEGRETARIO GENERALE FP CGIL
Il resto è praticamente storia recente, con l’iniziale conferma in segreteria nazionale il 23 giugno del 2014 e il passaggio alla Funzione Pubblica Cgil battendo un altro record: quello del più giovane segretario generale della Fp del sindacato nazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 08-06-2016 02:37 PM


Lascia un Commento

*