Sette sfumature di nudo

Naja, marchio di lingerie, ha lanciato una collezione di intimo per soddisfare tutte le donne e i loro diversi incarnati. Ma la campagna vuole anche essere una dichiarazione d'amore nei confronti del corpo femminile.

Anche i corpi sono vittime di stereotipi e preconcetti. Quando pensiamo a un nudo, infatti, solitamente la prima immagine che ci viene in mente è quella di un incarnato dalle tonalità chiare. Eppure, in natura, non esiste una sola sfumatura della pelle. Bensì (quasi) infinite. A questo hanno pensato alcuni marchi di abbigliamento ritenendo che vestiti, lingerie e cosmetici dovrebbero coprire l’intera gamma di tonalità della pelle per soddisfare i gusti di tutte le donne.

IL COLORE DEL NUDO
Tra i tanti a promuovere l’iniziativa anche Naja, un marchio di lingerie di Catalina Girald e dell’attrice Gina Rodriguez che ha realizzato una nuova linea di biancheria intima modellata sulle tonalità di dieci donne diverse. La campagna si intitola Seven shades of nude (in italiano Sette sfumature di nudo), mentre la collezione, lanciata lunedì 23 maggio 2016, si chiama Nudo per tutti e si pone l’obiettivo di rendere più democratico il concetto di nudità. Le modelle scelte dalla casa di moda provengono dai canali social e, come ha raccontato Catalina Girald a The Huffington Post, si tratta di donne forti e capaci di trasmettere il valore della diversità e spingere il messaggio verso orizzonti universali.

LE MODELLE
La prima tonalità di ‘nudo’ è così indossata da una ballerina venezuelana di San Francisco, mentre la seconda è invece un ingegnere informatico. «Scegliere una donna che occupa una posizione importante in un posto di lavoro, un ruolo tradizionalmente occupato da un uomo, è stato importante ed è un valore aggiunto per la nostra campagna», ha raccontato la Girald che ha poi dichiarato di essere stata ispirata dalla ginnasta statunitense e vice campionessa del mondo Gabrielle Douglas. «Una volta ho notato che indossava una fascia sulla caviglia di colore rosa chiaro. La presenza di atlete di pelle scura è abbastanza recente nella ginnastica olimpica. Questo fatto mi ha colpito, non ci avevo mai pensato prima». Da qui è nata l’idea della collezione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , Data: 30-05-2016 03:34 PM


Lascia un Commento

*