Uomini che vendono le donne su Facebook

Un terrorista dell'Isis ha cercato di vendere sul social, come schiave, due ragazze. Il messaggio è stato presto rimosso, ma catturato in tempo dall'Istituto di ricerca dei media del Medio Oriente.

isis schiaveNella foto che la ritrae, una ragazza di 18 anni è in ginocchio e cerca di non guardare in camera. Un terrorista, Abu Assad Almani, l’ha ‘messa in vendita’ su Facebook. «Per tutti i fratelli che vogliono comprare una schiava, questa ha un prezzo di 8 mila dollari», c’è scritto sull’immagine. Qualche ora più tardi, Almani ha pubblicato, con lo stesso scopo, una seconda foto: una donna pallida, con gli occhi rossi e pieni di lacrime.

SEMPRE PIÙ NUMEROSI I CASI SIMILI
Secondo quanto riportato dal Washington Post, le immagini sono state eliminate quasi immediatamente dal profilo ma catturate in tempo dall’Istituto di ricerca dei media del Medio Oriente, un gruppo senza scopo di lucro con sede a Washington che sorveglia i profili social degli jihadisti. Negli ultimi mesi, l’organizzazione ha registrato numerosi casi simili.

abuGLI ANNUNCI DI ‘VENDITA’
Gli annunci, spesso, sono corredati dalle regole formali che spiegano come trattare le schiave. «Siamo stati testimoni di tante brutalità, ma i contenuti che l’Isis ha diffuso negli ultimi due anni hanno superato tutto ciò che era possibile immaginare. La vendita di donne sui social network non sono che un esempio», ha dichiarato Steven Stalinsky, direttore dell’Istituto.

I COMMENTI DEGLI INTERNAUTI
Nei commenti sotto le foto delle ragazze, Abu Assad Almani (così, almeno, si fa chiamare su Facebook), ha consigliato ai suoi contatti di sposarsi e andare a Dawlah» il territorio dell’Isis in Irak e Siria. Poi ha avuto una lunga discussione con altri internauti che gli chiedevano se il prezzo di 8 mila euro era giustificato. Non solo: alcuni dei commentatori si sono divertiti a ridere dello sguardo spaventato delle giovani, altri ha rimproverato ad Almani di aver pubblicato foto di donne senza velo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: , , , , Data: 30-05-2016 12:52 PM


Lascia un Commento

*