«Pannella capì che ero gay prima di me»

In un'intervista Alessandro Cecchi Paone racconta il suo rapporto con il politico.

Alessandro Cecchi PaoneIn un’ intervista rilasciata al Corriere della Sera, Alessandro Cecchi Paone ha raccontato tre diverse fasi della sua vita. La prima, quando, enfant prodige, sembrava essere il degno e diretto erede di Piero Angela, la seconda, iniziata con il coming out che, ha detto,  ha scatenato in lui «un’eruzione, un fiotto di vita», e la terza, oggi, con la nuova avventura che lo vede impegnato nella conduzione del Tg4.

IL RAPPORTO CON PANNELLA
Nel colloquio, Cecchi Paone, ha discusso anche del suo rapporto con Marco Pannella, spiegando i motivi per cui non ha partecipato alle battaglie civili del politico recentemente defunto. «Non lo feci per imbarazzo. Nel ’94-’95 ero sposato, non percepivo ancora la mia natura, ma lui sì. Ebbe una sorta d’innamoramento», ha affermato. E ha aggiunto: «Un giorno dichiarava all’Ansa che avrei fatto il direttore di Tg, un altro che avrei fatto il segretario dei Radicali. Cosa che mi propose. Io ne ero entusiasta, ma sul piano personale non ricambiavo».

NESSUNA ATTRAZIONE
Il giornalista ha sottolineato di non aver mai provato attrazione per Pannella perché, una volta ‘scoperta’ la sua omosessualità, ha sempre preferito i ragazzi giovani: «Amo poter trasmettere la mia esperienza, il mio sostegno. Credo che lui fosse uguale. Non eravamo fatti per stare insieme».

LA POLEMICA
L’intervista ha creato qualche dissenso per le affermazioni del conduttore su alcune ‘condotte’ del telegiornale. Alla domanda su come si comporterebbe nel caso in cui Mario Giordano gli chiedesse di fare una ‘marchetta’ al candidato sindaco di Roma per Forza Italia, Cecchi Paone ha risposto che non lo farebbe, affermando che, diversamente da lui, il suo nuovo direttore «ama Matteo Salvini, il suo razzismo e i servizi di ‘nera’». La redazione del Tg4 ha risposto indignata, affermando di aver sempre fatto un lavoro serio e chiedendo all’azienda di «chiarire e prendere posizione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti, Top news Argomenti: Data: 25-05-2016 02:25 PM


Una risposta a “«Pannella capì che ero gay prima di me»”

  1. Massimo scrive:

    alla tua eta’ ami i ragazzini, ma non ti fai schifo?

Lascia un Commento

*