L'aumento ai prof? Lo decidono gli studenti

Questionari anonimi per stabilire quale docente merita il bonus premiale in busta paga. Protestano i sindacati: «alunni e genitori non sono soggetti competenti a decidere l'erogazione di un compenso economico».

Scuola-1La tanto sognata rivincita degli studenti sui professori o una pericolosa deriva che mina alle fondamenta l’autorità degli insegnanti? Non piace la decisione di alcuni istituti superiori che hanno messo, almeno in parte, nelle mani degli studenti la decisione che premierà un docente piuttosto che un altro con il bonus premiale stabilito dalla riforma della Buona Scuola.

PROTESTANO I SINDACATI
Repubblica riporta ad esempio il caso del liceo delle scienze umane Duca d’Aosta di Padova, dove la decisione verrà presa sulla base di questionari anonimi consegnati in busta chiusa. Il corpo docente ha protestato e annunciato un boicottaggio del questionario. Stessa cosa succede a Torino, ma anche a Bologna: il giudizio anonimo degli studenti (ma anche dei genitori) sembra pendere sempre più piede. Sul piede di guerra i sindacati: secondo Raffaella Morsia, segretaria della Flc-Cgil dell’Emilia Romagna, «studenti e genitori non sono soggetti competenti a decidere l’erogazione di un compenso economico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , Data: 19-05-2016 07:26 PM


Lascia un Commento

*