Cannes, parola alla fashion blogger

di Enrico Matzeu
Il Festival del Cinema? «Un'esperienza irriverente per una principessa moderna». Dalla Croisette Eleonora Carisi dà i voti ai look delle celebrities, da Susan Sarandon a Valeria Golino.

ec4Il Festival di Cannes sta regalando grandi soddisfazioni agli amanti dello stile. I red carpet e i photocall, infatti, stanno offrendo tantissimi spunti, perché le star arrivate sulla Croisette non perdono occasione per stupire, coccolate dagli stilisti più famosi. Abiti con lunghi strascichi o dritti long dress scollati stanno dominando il tappeto rosso, ma l’eleganza si vede anche durante il giorno, quando dopo le conferenze stampa le attrici si mettono in posa con i loro outfit mattutini sfoggiando tubini, gonne o jumpsuit davvero trendy.

attends BVLGARI Celebration of B.Zero1 At Milan Design Week at Hotel Bulgari on April 12, 2016 in Milan, Italy.L’INSIDER ELEONORA CARISI
Tra tutte le protagoniste dei red carpet, quest’anno c’è stata anche Eleonora Carisi, fondatrice del visitatissimo sito di moda JouJou Villeroy e dell’agenzia di comunicazione web Grumble, che da anni è molto seguita anche sui social (solo su Instagram conta oltre 500 mila followers). Era a Cannes con un progetto dello stilista libanese Elie Saab, famoso per i suoi abiti sontuosi, e ha avuto la possibilità «di aver accesso alla bellissima suite dell’ hotel Martinez dove ogni sogno si avvera». Qui si è sentita «una principessa moderna in un’esperienza assolutamente divertente e irriverente, accompagnata da un team eccezionale». Già, perché Eleonora era lì anche per realizzare dei video «molto ironici» per il magazine The Light of Now e un backstage per la rivista Elle. Non si è certo risparmiata foto tra i red carpet, i party e le gite in barca, perché del resto «abbiamo portato il sole, perciò è stata una bella toccata e fuga».

COME PREPARARSI AL RED CARPET
Affrontare un tappeto rosso o una serata importante, però, non è così facile come sembra, ci sono ore di preparazione anche se la prima cosa da fare è «scegliere l’abito con cui si vuole non passare inosservate e in base al colore, al taglio e all’ingombro, si decide se puntare su un look più naturale, proprio perché il vestito potrebbe già fare molto, oppure su qualcosa di più semplice, concentrandosi sul trucco e sui capelli». Carisi preferisce la naturalezza anche per le grandi occasioni perché «le donne sono belle anche imperfette». Infine, una volta sistemato il make up, è importante scegliere gli accessori e i gioielli giusti.

ELEONORA VA IN ROSA
Ha sfilato sul tappeto rosso del film Loving del regista Jeff Nichols e si è distinta per un abito in pizzo rosa shocking: «Ho deciso di puntare su un colore forte perché lo scorso agosto, sempre con Elie Saab, sono stata sul red carpet della Mostra del Cinema di Venezia con un abito nero, ed essendo prossima alle nozze ho escluso anche il bianco. Quindi mi sono buttata su una tinta accesa, che ha fatto risaltare la mia pelle e ha reso la mia esperienza molto gustosa». Il rosa era la nuance perfetta per rappresentare anche la «frenesia e l’agitazione che caratterizzano uno spettacolo che molti aspettano con ansia, che riunisce persone da tutto il mondo e che dà la possibilità di incontrare alcuni dei propri miti».

Kristen Stewart sul red carpet del Festival di Cannes.

Kristen Stewart sul red carpet del Festival di Cannes.

KRISTEN STEWART ECLETTICA
Tra questi miti c’è anche Kristen Stewart, che già dall’apertura con il film Society Café di Woody Allen, si è fatta notare, soprattutto perché «camaleontica, ma con quell’aria dark e un po’ sfatta che abbiamo capito essere il suo vero io». A Cannes ha sfoderato uno dietro l’altro una serie di abitini corti e trasparenti, spesso firmati Chanel, indossati anche con sneakers e accessori non convenzionali. Anche il trucco e i capelli hanno contribuito a renderla molto originale: «Personalmente bionda e con i capelli spettinati mi piace molto, purché non si dimentichi di essere una donna, evitando di essere troppo trasandata», ha precisato Carisi.

Blake Lively con un abito Atelier Versace a Cannes.

Blake Lively con un abito Atelier Versace a Cannes.

TACCHI E PANCIONE
Il Festival di Cannes è soprattutto uno spettacolo, come ci ricorda anche Eleonora, ed è irrinunciabile per molte celeb, come per la «raggiante» Blake Lively che nonostante la gravidanza ha indossato abiti lunghi e tacchi e non si è persa nessun defilé, «tirando fuori dall’armadio alcuni vestiti da sera adatti alle occasioni e al suo pancione». Ha rinunciato invece alle scarpe Julia Roberts, che, per la prima volta a Cannes con il film Money Monster di Jodie Foster, si è presentata alla premiére con un vestito nero completamente scalza: «Ha voluto stupire o come tutte noi donne non ce l’ha più fatta a stare su quegli odiati tacchi, come biasimarla».

L'attrice Susan Sarandon sul red carpet all'inaugurazione del Festival di Cannes.

L’attrice Susan Sarandon sul red carpet all’inaugurazione del Festival di Cannes.

SUSAN IN ABITI MASCHILI
Si è fatta notare anche Susan Sarandon, e non solo per le sue forti dichiarazioni su Woody Allen – a proposito delle presunte violenze del regista sulla figlia – ma anche per dei look androgini davvero interessanti. All’inaugurazione ha portato con disinvoltura uno smoking maschile e delle scarpe basse e per questo è piaciuta molto anche a Eleonora Carisi: «È stata a mio avviso la scoperta di questo Festival. Chic ed elegante, tira fuori l’anima grintosa di un’attrice della sua età, con qualche ruga sì, ma con un senso dello stile che fa risaltare tutte le donne che ha interpretato. Peraltro l’ ho incontrata in ascensore ed era bellissima con quelle giacche tailored», ci dice Eleonora.

Valeria Golino alla serata inaugurale del Festival di Cannes con un abito Valentino.

Valeria Golino alla serata inaugurale del Festival di Cannes con un abito Valentino.

GOLINO MADE IN ITALY
Susan Sarandon non è l’unica signora a rivendicare bellezza ed eleganza. «Quest’anno c’è una rivalsa delle donne che hanno oltrepassato i 40 anni, e non fa che ribadire quanto anche le italiane siano estremamente charmant con gli anni che passano e la consapevolezza di sé stesse», è il commento di Carisi su Valeria Golino, nella giuria del concorso, che «in abiti Valentino ha tirato fuori un’aria romantica e nuova, di una donna che abbiamo sempre visto molto più rock e androgina in alcuni look».

Da sinistra verso destra: Lily-Rose Depp, Soko e Alessandra Ambrosio con dei look da giorno.

Da sinistra verso destra: Lily-Rose Depp, Soko e Alessandra Ambrosio con dei look da giorno.

CHIC ANCHE DI GIORNO
Non solo grandi serate, però, perché il glam in riviera c’è anche durante il giorno. Attrici e modelle che rotano attorno al tram tram festivaliero non perdono occasione per essere trendy. Lo sa bene Lily-Rose Depp, che ha scelto «un look Chanel adatto alla sua età, è molto sportiva ma al suo posto». Mentre la modella Alessandra Ambrosio «è indubbiamente una bellissima donna, ma non amo gli shorts così corti anche di giorno. Forse avrei optato per qualcosa di corto ma meno mini», ha specificato la Carisi, che ci ha detto la sua anche sulla cantante francese Soko: «È una personalità interessante e il suo outfit Chloé non mi dispiace, forse però era troppo presa a far sventolare il suo vestito e le sue scarpe erano troppo eccentriche per un’ occasione del genere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 19-05-2016 02:44 PM


Lascia un Commento

*