«Facebook ci maltrattava»

Un'ex dipendente del colosso statunitense ha affermato di essere stata vittima, durante il suo lavoro in azienda, di umiliazioni, pressioni e intimidazioni. Lo stesso trattamento era riservato anche alle sue colleghe.

donna sessismoIn un articolo anonimo pubblicato sul The Guardian, un’ex dipendente di Facebook ha accusato l’azienda di avere una ‘cultura sessista‘. Secondo quanto dichiarato dalla donna, che lavorava come curatrice del servizio news Trending dell’azienda, i capi del suo settore ce l’hanno con il personale femminile: non lo considerano, ne ignorano i suggerimenti e spesso lo mettono a tacere. «C’è una straordinaria quantità di talento nella squadra, ma una cattiva gestione, fatta di intimidazioni, favoritismi e sessismo, ha creato nell’ambiente di lavoro molto disagio», ha affermato la giovane.

DONNE VITTIME DI MOBBING 
Mentre gli uomini spesso vengono elogiati senza motivo, le donne sono frequentemente vittime di mobbing e bullismo e vengono rimproverate a gran voce anche per cinque minuti di ritardo. Spesso, per le pressioni, saltano la pausa pranzo e, altrettanto sovente, vengono mandate a casa per questioni insignificanti. Le cose vanno così male, ha aggiunto, che dal 2014 già 10 donne hanno deciso di andare via.

NON SOLO ‘BULLISMO’
Ma il problema non sarebbe solo il ‘bullismo’; l’ex dipendente ha anche raccontato che la società è particolarmente ‘distratta’ nei metodi e nei tempi dei pagamenti allo staff femminile.

LA RISPOSTA DI FACEBOOK
Facebook ha risposto alle accuse dicendo che «non tollera molestie illegali o qualsiasi maltrattamento nei luoghi di lavoro» e che ha intenzione di approfondire la questione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , Data: 18-05-2016 07:43 PM


Lascia un Commento

*