Kim Kardashian, licenza di corrompere (l'Iran)

La signora West è stata accusata dal Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica di usare i selfie per traviare i giovani del Paese facendoli avvicinare alla cultura occidentale.

Kim Kardashian«Kim Kardashian è un agente segreto che opera tramite Instagram per corrompere donne e giovani mediorientali». L’accusa arriva direttamente dall’Iran per bocca di Mostafa Alizadeh, portavoce del Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica. Secondo l’uomo, infatti, i selfie della star americana avrebbero come unico obiettivo quello di portare i ragazzi e le ragazze iraniane a rinnegare la propria fede e le proprie tradizioni. Il tutto sotto il profumato pagamento da parte dei governi occidentali.

RIPERCUSSIONI SEVERE
Pensare a Kim Kardashian come a una spia con licenza di corrompere, può far sorridere. Eppure la questione pare essere più seria di quanto sembri. Il Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica sta ormai da tempo facendo una vera e proprio guerra santa contro Instagram, arrestando ultimamente anche otto modelle ree di aver mostrato i capelli sul social network. Anche per questa posizione estremista alcuni hanno deciso di espatriare recandosi a Dubai, Paese islamico ma decisamente più tollerante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , Data: 18-05-2016 03:11 PM


Lascia un Commento

*