«Voglio sposarmi in Italia»

di Matteo Innocenti
Sara Baccaglini con le sorelle forma le Foxy Ladies, gruppo vocale di The Voice of Italy. Ha ricevuto in tivù la proposta di nozze dalla compagna. La data c'è, manca solo la legge sulle unioni civili.
foxy ladies

Le Foxy Ladies: da sinistra Sara, Ambra e Federica Baccaglini.

Dalla provincia di Rovigo al palco di The Voice of Italy. Un percorso che l’ha portata,  insieme alle sorelle Federica e Ambra, fino alla prima serata dei Live, dove però le Foxy Ladies sono state eliminate. In mezzo, il giudizio positivo dei quattro coach nelle Blind Auditions, la Battle superata in scioltezza e, soprattutto, la sfida ai Knockout con Manuel Aspidi conclusa con il superamento del turno e una proposta di matrimonio (accettata) dalla sua compagna: per Sara Baccaglini l’esperienza nel talent show è stata indimenticabile: «The Voice of Italy ci ha insegnato tanto, come professioniste e come persone. Ci ha anche fatto ritrovare come sorelle». Quanto all’anello di fidanzamento ricevuto in prima serata, sottolinea come non ci fosse niente di preparato e confida a LetteraDonna: «Abbiamo già la data del matrimonio, speriamo che per quel giorno le unioni civili per le coppie omosessuali siano una realtà in Italia. In ogni caso non ci sposeremo all’estero».

DOMANDA: Le Foxy Ladies sono state eliminate al televoto contro Samuel Pietrasanta e poi contro Beatrice Ferrantino per decisione di Raffaellà Carrà. Ve lo aspettavate?
RISPOSTA: Sì e no. Abbiamo fatto una bella esibizione ma venendo da Villanova del Ghebbo, un paesino di 2 mila abitanti in provincia di Rovigo, sapevamo di non avere alle spalle una grande ‘spinta’. Quanto alla scelta del coach, la rispettiamo e va bene così.
D: Pensa che i gruppi vocali siano penalizzati nei talent show?
R: A vincere la prima edizione di X Factor sono stati gli Aram Quartet, che però poi in effetti sono scomparsi. Forse questo tipo di programmi hanno un pubblico troppo legato alla cultura musicale italiana, che esprime sentimenti forti come amore e tristezza, e legata al singolo artista. Ma penso sia giusto far vedere come lo spettacolo possa avere mille sfumature. The Voice of Italy in ogni caso non ci ha certo penalizzate, visto che ci ha dato grande visibilità.

candyman foxy ladies

L’esibizione delle Foxy Ladies ai Live.

D: Ai Live avete cantato (e ballato) Candyman di Christina Aguilera. Eravate d’accordo con la scelta del vostro coach?
R: Sì, è un pezzo che ci piace e che è nelle nostre corde, anche se come Foxy Ladies non lo avevamo mai fatto nei nostri spettacoli. Eravamo solo preoccupate di non riuscire a rendere l’esibizione esplosiva, ma dopo tante prove direi che ce l’abbiamo fatta: tutti ci hanno fatto i complimenti.
D: E qual è il genere musicale preferito delle Foxy Ladies?
R: Il nostro gruppo vocale viene dal soul Anni 70 e 80, ma anche dal gospel. In generale ascoltiamo tanta musica black e tra i nostri artisti preferiti ci sono Otis Redding, Ray Charles e Aretha Franlklyn. Dopo l’esperienza a The Voice of Italy vogliamo modernizzarci, diventare più brillanti, mostrare ancor di più la parte più spiritosa delle sorelle Baccaglini che si è vista nel programma. Stiamo scrivendo brani inediti, che vorremmo proporre per incidere un disco. Il nostro sogno è andare in tour in tutta Italia e magari all’estero.
D: Ha detto che il talent show vi ha fatto ritrovare come sorelle. In che senso?
R: Abbiamo cantato insieme per anni, quando eravamo più giovani. Ma ci scontravamo spesso, non andavamo sempre d’accordo. Così ci siamo un po’ allontanate. Ora invece siamo più unite che mai. Pensi che ci diciamo di continuo che ci mancherà dormire insieme… credo che presto faremo anche qualche giorno di vacanza insieme.
foto carràD: All’indomani dell’eliminazione, sulla pagina Fb delle Foxy Ladies avete scritto un lungo post ringraziando i coach e la produzione. Com’è stato lavorare con Raffaella Carrà?
R: Anche se alle Blind Auditions si sono girati in quattro, non abbiamo avuto dubbi nello scegliere la ‘Raffa’. Ha un bagaglio di esperienza incredibile. E poi è una macchina da guerra, è una perfezionista che dà tutta se stessa e non ha peli sulla lingua. Guardando come lavora si capisce perché ha fatto una carriera del genere.
D: Max Pezzali è invece diventato la ‘quarta sorella Foxy’.
R: Sì (ride, ndr), Max è sempre stato carino con noi, quando siamo uscite ci ha fatto i complimenti e spronandoci a continuare lungo il nostro percorso artistico, che sarà luminoso.
D: Dolcenera (leggi qui la nostra intervista) è stata criticata, perché ritenuta un po’ eccessiva. Ma è davvero così?
R: Anche se alle Blind Auditions aveva fatto una battuta poco carina sul nostro aspetto fisico non abbiamo mai avuto un problema con lei. Dolcenera è vera, pura, dolce di nome e di fatto, e non dice mai le cose con cattiveria. Poi è un personaggio che funziona all’interno di uno show come The Voice of Italy.
D: Emis Killa è stata una sorpresa. È un rapper con una buona cultura musicale.
R: Stiamo parlando di una persona umilissima. Se ci sono cose che non sa o non capisce, non si vergogna a chiedere spiegazioni. È davvero facile instaurare un buon rapporto con lui.
D: E con Federico Russo?
R: Le Foxy Ladies adorano Federico. È simpaticissimo e professionale. Poi adora nostra madre, che fin dalle Blind Auditions ha paragonato a un Cavaliere dello Zodiaco per i capelli fucsia.

foxy ladies matrimonio

La proposta di matrimonio in prima serata.

D: Dalle Blind Auditions alla Battle: nella puntata andata in onda il 20 aprile lei ha ricevuto la proposta di matrimonio da parte della compagna Maura. Davvero non lo sapeva?
R: Giuro, non me lo sarei mai immaginato. Stavo attraversando un periodo in cui il programma aveva preso il sopravvento sulle nostre vite al punto che non c’era tempo per pensare ad altro. Figuriamoci al matrimonio. Era persino difficile parlare con Maura, tra le prove e tutti gli altri impegni. La testa era proprio altrove.
D: Voi due convivete già da qualche tempo a Villanova del Ghebbo. Il paese è piccolo e la gente mormora, come dice il proverbio?
R: Il contrario. Stiamo insieme da quasi tre anni e ci siamo conosciute nel mio studio di tatuaggi, perché lei se ne doveva fare uno. Il mio negozio è proprio sulla via principale e tutti ci adorano: la fornaia ci porta il pane ancora caldo e quando entriamo in un bar i clienti ci fanno le congratulazioni. Siamo felici e non ci vergogniamo. Forse è per questo che la gente ci dà tanto affetto.
D: Ci sono già data e luogo per il matrimonio?
R: Sì, il 20 maggio 2017. Manca un anno, ma visto che siamo due donne e ci saranno da decidere molte cose, questo tempo servirà tutto (ride di nuovo, ndr). Ci sposeremo in una delle tante ville antiche con parco del Polesine. Almeno su questo siamo già d’accordo: vorremmo fare la cerimonia all’aperto.
D: E che cerimonia sarà? Il Parlamento sembra vicino al sì definitivo alle unioni civili.
R: Per fortuna siamo agli sgoccioli, l’Italia è circondata da Paesi che sono andati avanti e che hanno già capito che l’amore non ha etichette. Per troppo tempo una bellissima realtà è stata percepita come un problema, quando i problemi da risolvere sono altri: Maura è figlia unica e vorrei essere la persona che le starà al fianco per tutta la vita, prendendo anche decisioni difficili, se servirà. Comunque, se il 20 maggio 2017 potremo sposarci lo faremo, altrimenti sarà una cerimonia simbolica. Unirci legalmente all’estero non ha senso, perché tanto poi qui non avremmo diritti.
D: Raffaella Carrà si è già schierata sulle adozioni da parte di coppie gay. Immagino la vostra posizione sul tema della stepchild adoption…
R: In questo caso temo ci sarà ancora da aspettare a lungo. In ogni caso non abbiamo intenzione di fare fecondazioni all’estero. Vorremmo adottare un bambino: ce ne sono così tanti che hanno bisogno di ricevere amore.
D: La proposta di matrimonio in prima serata su RaiDue può essere un passo importante verso il riconoscimento dei diritti Lgbt?
R: Sì, finora di matrimonio gay si era parlato soprattutto sulle reti private. Col senno di poi ci ho ripensato e credo che sia stato importante aver mostrato a tante persone una realtà diversa, ma che esiste in Italia e in tutto il mondo.
D: Al matrimonio inviterete anche Raffaella Carrà?
R: Ovviamente. Ma anche Angelina (leggi qui la nostra intervista), che ci ha proprio chiesto di essere invitata!
D: Torniamo alla competizione per un pronostico. Chi vincerà The Voice of Italy?
R: Giorgia Alò, del team Dolcenera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , , , Data: 11-05-2016 10:43 AM


Lascia un Commento

*