Voleva solo diffondere vagine

Megumi Igarashi è un'artista giapponese che ama ideare e creare oggetti ispirati alla forma dei suoi genitali. Il Tribunale di Tokyo l'ha condannata per oscenità e le ha imposto una multa di circa 3.280 euro.

Megumi IgarashiSi chiama Megumi Igarashi ed è un’artista giapponese che realizza oggetti ispirati alla forma dei suoi genitali. Un forma espressiva che le è costata, in Giappone, una condanna per oscenità. Il Tribunale di Tokyo ha infatti inflitto alla donna, 44enne, una multa di 400 mila yen (3.280 euro), somma comunque inferiore (circa la metà) rispetto a quella richiesta dall’accusa.

Megumi IgarashiIL KAYAK
La Igarashi era stata arrestata a luglio 2014 per aver cercato di raccogliere fondi online per finanziare la costruzione di un kayak che avesse la forma della sua vagina, della quale aveva diffuso un’immagine in 3D cifrata per permettere agli utenti di fare delle copie. In Giappone, Paese nel quale il mercato della pornografia pesa miliardi di euro, la distribuzione di alcune immagini è proibita.

GLI ARRESTI
L’artista, che si fa chiamare, Rokude Nashiko, «la bambina buona a nulla», era stata liberata dopo aver presentato ricorso in appello e in seguito a una petizione online firmata da migliaia di persone che chiedevano la sua liberazione. Soltanto dopo qualche mese, però, la polizia di Tokyo l’aveva arrestata di nuovo per la diffusione di materiale osceno: aveva esposto delle sculture in gesso della solita forma di vagina e aveva venduto alcuni cd che contenevano i dati informatici necessari per la fabbricazione dello stampo. Questi i fatti di cui è stata riconosciuta colpevole il 9 maggio. «Sono innocente, e ho intenzione di battermi fino alla fine», ha dichiarato la Igarashi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , , , Data: 09-05-2016 06:00 PM


Lascia un Commento

*